Monthly Archives: novembre 2014

Ispettorato di P.S. Viminale. Il Direttore dr. Sandro Lombardi convocato alle Relazioni Sindacali del Dipartimento P.S. La CONSAP denuncia le storture amministrative a danno dei colleghi

dr. LombardiIn data odierna una delegazione della CONSAP, rappresentata dal Vice Presidente Nazionale Giuseppe Di Niro, dal Consigliere Nazionale Gianluca Guerrisi e dal Dirigente Sindacale Simone Cesario è stata ricevuta, a richiesta della nostra O.S., al Dipartimento della P.S. – Ufficio Relazioni Sindacali, alla presenza del Direttore dr. Tommaso Ricciardi
e del Direttore dell’Ispettorato di P.S. Viminale dr. Sandro Lombardi. Oggetto dell’incontro, il confronto con il Direttore dell’Ispettorato Viminale, a cui la CONSAP, a seguito di numerose e riscontrate lagnanze del personale, imputa un clima professionale non sereno e viziato da arbitrarie e scriteriate scelte e decisioni non attinenti con il dettato normativo in materia di Contratto di Lavoro, Accordo Nazionale Quadro e Regolamento di Servizio. Casi concreti e dimostrati, già
rappresentati in alcuni incontri con la Segreteria Provinciale CONSAP ma a cui non è seguito mai un riscontro positivo, perpetrando in tal modo, una manifesta e continua violazione degli interessi legittimi del personale diretto.
Nel cordiale incontro presso l’Ufficio Relazioni Sindacali, moderato da un sapiente e attento dr. Ricciardi, la CONSAP ha denunciato le seguenti tematiche, di cui lo stesso dr. Lombardi ha riconosciuto la fondatezza e la valenza della richiesta e garantito, nella circostanza, che nell’immediato sarebbero cessati i difetti procedurali, ammonendo se stesso e lo staff degli uffici burocratici dell’Ispettorato a non proseguire più in quella errata direzione. Queste i punti discussi e affrontati:
􀂃 Congedi Ordinari: è stata denunciata l’anomala procedura in uso presso l’Ispettorato Viminale che obbliga il personale a richiedere giorno per giorno la conferma della fruizione del congedo ordinario. Un’assurdità priva di ogni fondamento logico che mina la serenità professionale del personale che a congedo concesso deve comunque telefonare ogni giorno per sincerarsi sul proseguo dello stesso (immaginiamo il caso pratico che da una località di villeggiatura distante 800 km il collega chiama tutti i giorni per la conferma…assurdo!!);
􀂃 Marca da Bollo per richiesta diniego istanze congedi e permessi: denunciata altra assurdità in uso presso l’Ispettorato
Viminale. La richiesta da parte dell’Ufficio di una marca da bollo e procedura Legge 241 (richiesta accesso atti) per la consegna del diniego scritto alla concessione del congedo o del permesso. Un
rito formale, inappropriato alla specifica richiesta che lede il diritto
del collega alla consegna del diniego scritto;
􀂃 Ordine di Servizio e Programmazione Settimanale: denunciata la continuata violazione dell’art. 42 del Regolamento di Servizio dell’Amministrazione della P.S. che prevede che l’Ordine di Servizio è redatto giornalmente ed esposto all’albo dell’Ufficio entro le ore 13.00 dello stesso giorno di produzione. Stessa sorte, in quel dell’ Ispettorato Viminale, accade per la programmazione settimanale che a norma di riferimento (art. 7 A.n.q.) recita che la stessa deve essere affissa all’albo dell’Ufficio entro le ore 13.00 del venerdì precedente (ovviamente il discorso vale anche per l’invio di
posta elettronica alle sedi distaccate come concordato in sede confronti e accordi decentrati). A spregio dei citati riferimenti normativi gli orari di divulgazione e affissione sono spessissimo disattesi;
􀂃 Personale scelto per il servizio scorte: a seguito di continue richieste di chiarimento da parte del personale che ha prodotto istanza per espletare il servizio scorte, la nostra O.S. ha ribadito la necessità di cristallizzare criteri e metodica delle scelte, anche in riferimento alle graduatorie di scelta;
􀂃 Straordinario Programmato: denunciato lo “strapazzo” che vige presso l’Ispettorato all’applicazione dello straordinario programmato. Il personale previsto in straordinario programmato quando viene comandato di servizio in sedi oggettivamente molto lontane è impossibilitato alla consumazione del pasto. La CONSAP ha ribadito la necessità di prevedere lo straordinario programmato nella stessa sede di servizio, salvo casi eccezionali che comunque
devono prevedere lo stacco per il pasto e la macchina di servizio per accompagnare il collega da una sede all’altra per assicurare il rispetto degli orari di inizio e fine servizio (quando lontane).
Al termine del confronto, il Direttore delle Relazioni Sindacali dr. Tommaso Ricciardi riconosceva l’importanza delle tematiche esposte dai dirigenti sindacali della CONSAP che hanno trovato la loro fondatezza, come dallo stesso evidenziato, per essere dirette all’interesse del personale che costituisce la risorsa necessaria di ogni Ufficio di Polizia, per questo la nostra O.S. auspica una sollecita cessazione delle anomalie lamentate che, se dovessero perdurare,
troverebbero altre forme di rivendicazione.

FANFARA: Cresce la CONSAP ! Esito seconda assemblea alla presenza del Presidente CONSAP Mauro Pantano

Pantano FanfaraSi è svolta mercoledì 29 ottobre u.s. la seconda assemblea sindacale, organizzata dalla CONSAP, presso la Sala Musica della Fanfara della Polizia di Stato. Erano presenti il Presidente della CONSAP Mauro Pantano, il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Gianluca Guerrisi e il dirigenti sindacali locali, Segretario Antonio Marocco e Vice Segretario Andrea Florio. Va comunicato e registrato, con piacere e soddisfazione, che la nostra O.S. sta crescendo molto all’interno dell’organico della Fanfara, segno di un riscontro all’attività seria e determinata, volta alla tutela e al miglioramento del personale in servizio, senza compromessi e “tappi in bocca”.
L’incontro con i colleghi presenti in assemblea è servito a fare il punto e analisi dell’attività della CONSAP in ambito Fanfara, attività che ha già prodotto n. 3 incontri: due presso l’Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale e uno presso la Segreteria del Dipartimento della P.S. – U.S.T.G. 1° Settore. In tutti e tre gli incontri la CONSAP ha rappresentato, ognuno per le tematiche di settore spettanti a quell’Ufficio, le richieste di miglioramento professionale.
Nell’interesse generale, la nostra O.S. continuerà la propria azione di tutela e sostegno e per questo siamo a completa disposizione di TUTTI i colleghi.
Questi i punti discussi e affrontati nei momenti dell’assemblea:

 Pulmann Fanfara: la necessità per la Fanfara di avere un proprio Pulmann nuovo ed efficiente è divenuto ormai un punto fermo della CONSAP. Le “pacche sulla spalla” rivolte alla Fanfara sono sempre gradite, i complimenti per l’ottima figura dimostrata in tutte le occasioni d’uscita per servizi esterni sono anch’essi graditi, adesso però occorre un atto di responsabilità e riconoscimento tangibile da parte dell’Amministrazione. La richiesta del
Pullman è stata evidenziata dalla CONSAP in diversi tavoli ministeriali e siamo determinati a concretizzare la giustezza di questa rivendicazione che non riguarda il capriccio “di bandiera” ma una reale necessità, per evitare quanto accaduto più volte in passato con il mezzo di trasporto fuori uso “nel bel mezzo del cammino” e senza sistema di climatizzazione;
 Indennità di Rumore e Ultrasuoni: per la CONSAP è importante eliminare la sperequazione di considerazione che avviene tra Fanfara e Banda Musicale. Per la Banda (e giustamente) è attivo il riconoscimento dell’indennità di rumore. Tale riconoscimento va attribuito anche alla Fanfara e per questo la CONSAP ha attivato gli Uffici competenti del Dipartimento e dove si attendono imminenti segnali di positivo riscontro;
 Settimana Corta: come avviene con successo presso la Fanfara a Cavallo anche per la Fanfara sarebbe opportuno sperimentare la settimana corta. Individuare una formula sperimentale (per un periodo di prova) da calibrare in riferimento alle necessità del particolare servizio. Nei prossimi giorni la nostra O.S. attiverà un sondaggio conoscitivo per annotare il gradimento del personale e stabilire la percentuale di scelta. Tale sondaggio sarà poi discusso tra tutti i colleghi per capire se procedere al confronto con le OO.SS. provinciali o lasciare le cose come stanno. A giudizio della CONSAP, considerata l’apertura del Dipartimento USTG e Relazioni Esterne vale il caso di provare. Le occasioni sono sempre nuove opportunità perché non provarle;
 Sorveglianza Sanitaria: il periodico controllo medico del personale in servizio alla Fanfara è stato evidenziato dalla CONSAP, come previsto dalle normative vigenti. La sorveglianza preventiva, oltre che necessaria e prevista, eviterebbe di scoprire patologie in ritardo (come già accaduto) con la possibilità di curare, per la specificità del servizio che mette, con il tempo, a dura prova l’apparato uditivo;
 Aggiornamento Professionale a Addestramento al Tiro: sollecitato dalla CONSAP il rispetto dei dettami normativi previsti dal vigente A.n.q. Per l’Aggiornamento Professionale si è accentuata la necessità di prediligere quello di settore con materie specifiche, per Addestramento al Tiro di evitare la frequenza una volta ogni quattro anni, in urto con il dettato normativo che prevede le sei giornate pratiche all’anno;
 Manutenzione e Sicurezza Sala Musica: la Sala Musica che ospita la Fanfara è divenuta una struttura in evidente stato di declino. Sporcizia e pericolosità lavorativa derivanti da cedimenti di pavimenti e pareti, infiltrazioni d’acqua destinate a peggiorare con l’arrivo delle piogge autunnali e invernali sono elementi di complicanza futura da tenere in debita e urgente considerazione. La CONSAP ha avuto ampie rassicurazioni sull’inizio dei prossimi lavori di ristrutturazione dagli Uffici dell’U.S.T.G. Vigileremo sullo stato di attuazione della richiesta con prossimo interessamento degli Affari Generale del Dipartimento della P.S.;
 Rinnovo Strumenti Musicali: per coloro che possiedono strumenti musicali logori e datati, la CONSAP ha chiesto di prevedere il rinnovo a carico dell’Amministrazione;
 Programmazione dei Servizi e Comunicazione: è stata evidenziata la necessità di programmare agenda di lavoro delle uscite di servizio, con piano settimanale e mensile. Compreso che Ufficio Relazioni Esterne comunica con anticipo al Maestro gli impegni, questi devono essere resi noti ai componenti della Fanfara. Questo sistema, a giudizio della CONSAP, rende il servizio più trasparente e permette al personale di pianificare anche la vita personale e familiare.

Si ringraziano tutti i colleghi per aver aderito all’assemblea sindacale e rinnoviamo l’invito per TUTTI a contattarci per ogni tipo di esigenza professionale. Le vostre idee troveranno nella nostra O.S. un valido e onesto sostegno, per segnare quel giusto miglioramento che da anni attende uomini e donne in servizio presso la gloriosa Fanfara della Polizia di Stato. Abbiamo mantenuto l’impegno di confrontarci con il personale in ben due assemblee e di divulgare interesse generale, questo lo stile di lavoro che caratterizza e caratterizzerà la nostra O.S.