Tag Archives: Assistenti Capo

Accesso alla qualifica Vice Sovrintendente annualità 2019: scrutinio per merito comparativo 70% dei posti (5034) riservato Assistenti Capo, la circolare sulle modalità adesione (#consaproma)

5034 V.Sov.ti Polizia di Stato - Posti annualità 2019 - CONSAP Sindacato di Polizia

5034 VICE SOVRINTENDENTI POLIZIA DI STATO 70% DEI POSTI RISERVATI AGLI ASSISTENTI CAPO (ANNO 2019)

Di seguito alla nota sopra distinta, concernente l’avvio della procedura dello scrutinio per merito comparativo per l’accesso alla qualifica di Vice Sovrintendente, per le vacanze riferite all’anno 2019, per la copertura del 70% dei posti riservati agli Assistenti Capo, si trasmette la circolare pubblicata in data odierna sul portale “doppiavela”, inviata dalla Direzione Centrale per gli affari generali e le politiche del personale della Polizia di Stato. Continua a leggere

Polizia, ruoli apicali, in arrivo i decreti per le notifiche della denominazione di “Coordinatore” e il previsto adeguamento stipendiale

In arrivo le notifiche per le denominazioni di "Coordinatore", Decreto Legislativo del 29 maggio 2017 n. 95

In arrivo le notifiche per le denominazioni di “Coordinatore”, Decreto Legislativo del 29 maggio 2017 n. 95

Come indicato nella circolare del Ministero dell’InternoDipartimento della Pubblica Sicurezza sono in dirittura d’arrivo le notifiche a circa 34.000 appartenenti alla Polizia di Stato, con appositi decreti, per le denominazioni di “Coordinatore”, suddivisa tra gli aventi diritto ruoli Assistenti Capo, Sovrintendenti Capo e Sostituti Commissari e qualifiche corrispondenti del ruolo tecnico , come da Decreto Legislativo del 29 maggio 2017 n. 95 in materia di revisione dei ruoli delle Forze di Polizia
Le notifiche saranno avviate dagli Uffici, sulla base di appositi elenchi e la decorrenza è 1 ottobre 2017.
Con cedolino speciale NOIPA, entro il mese di novembre sarà inoltre corrisposto al medesimo personale l’adeguamento stipendiale previsto dal nuovo parametro per i Coordinatori comprensivo di quello per la mensilità di ottobre.
Sul portale Doppia Vela è consultabile l’apposita “Piattaforma sul riordino delle carriere” con la circolare del Capo della Polizia relativa all’attribuzione della denominazione di “Coordinatore”.

Roma, Reparto Prevenzione Crimine Lazio ( basta chiacchiere sterili, finalmente valide risposte) , partecipata assemblea CONSAP

Reparto Prevenzione Crimine LAZIO: da sinistra il dirigente dr. Federico Zaccaria, il Segretario Generale Nazionale CONSAP Giorgio Innocenzi, il Presidente Nazionale CONSAP Mauro Pantano e il Segretario Generale Aggiunto di Roma CONSAP Gianluca Guerrisi

Reparto Prevenzione Crimine LAZIO: da sinistra il dirigente dr. Federico Zaccaria, il Segretario Generale Nazionale CONSAP Giorgio Innocenzi, il Presidente Nazionale CONSAP Mauro Pantano e il Segretario Generale Aggiunto di Roma CONSAP Gianluca Guerrisi

Si è svolta presso la sede di questo Reparto Prevenzione Crimine Lazio voluto da questa Segreteria Locale un incontro al fine di avere chiarimenti in merito al Riordino delle Carriere, ove si è avuta la presenza del Presidente Nazionale Mauro PANTANO, il Segretario Nazionale Generale Giorgio INNOCENZI, il Segretario Nazionale Raffaele TAVANO, il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Gianluca GUERRISI ed il Segretario Provinciale Simone PAOLO CESARIO.

Secondo le tante chiacchiere e risposte affrettate sul tema in questione, che negli ultimi giorni ha fatto tanto scalpore seguito a malumore gli ospiti intervenuti si sono messi a disposizione per far finalmente chiarezza a tutti noi sulla posizione assunta da questa O.S.

Nella fattispecie il Nostro Segretario Nazionale Generale ha chiarito la posizione assunta, un Riordino dettato dal Ministero sul quale le organizzazioni Sindacali TUTTE   hanno potuto ben poco,  ma che ancora si può e si deve aggiustare nella fase attuale, non si potrà stravolgere ma migliorare !!!!

Nel dettaglio giova dire che tutte queste manifestazioni di dissenso da parte di alcune sigle Sindacali che ad oggi decantano manifestazioni e volantinaggi sono solo il frutto di una linea disturbatrice e contraddittoria ,

TUTTE LE SIGLE HANNO PARTECIPATO NESSUNO HA FIRMATO !!

…e si il testo presentato non necessitava di alcuna firma!!!

Le finte dichiarazioni di guerra le lasciamo a chi fino a ieri si sedeva al tavolo e con astuzia ha voluto lavarsene le mani, la costruzione ci appartiene, ed è in questa fase che nell’incontro avvenuto in un clima di grande rispetto e di estrema sincerità e chiarezza che è stato posto ai colleghi l’apertura di questa O.S. a valutazioni ed idee da poter portare alle Commissioni Parlamentari.

Certo questo Riordino lo volevamo migliore, tutti nessuno escluso, ma di fatto la sua cancellazione oggi toglierebbe dalle tasche di numerosi Poliziotti un incremento economico che di certo torna difficile rifiutare, infatti se viene fatta un’attenta analisi del Riordino ogni categoria percepirà il frutto di questo adeguamento, che non ci farà arricchire ma che è ad oggi un ottimo contributo per le carenze che questa Amministrazione ha creato negli anni.-

Numerose le domande sul ruolo Agenti e Assistenti, in particolare è stato chiarito il passaggio di circa 46.000 Assistenti Capo nel ruolo dei Sovrintendenti, tramite procedure semplificate, questa O.S. oltre ad aver far notato che più’ di 11000 saranno i pensionamenti previsti, ha nella sua proposta di modica l’accorciamento dei tempi di transitori, di tutti i ruoli al fine di ridurre  le tempistiche e aprire di fatto anche ai colleghi più’ giovani piu’ posti in avanzamento, al fine di valorizzare l’intero comparto. Tante altre tematiche sono state affrontate tutte volte al chiarimento e alla reciproca collaborazione, chiarimenti che hanno di fatto CREATO LUCIDITÀ sulle falsità circolanti, e resa un’idea concreta sulla veridicità di tutto il Riordino!

Questa Segreteria Locale CONSAP ha pertanto avuto la possibilità attraverso i vertici di far chiarezza sulle numerose lamentele, legate alla mala informazione e al sentito dire … chi ha voluto screditare e di fatto stato smascherato!! Si deve e si può migliorare quest’ultimo  atto di un riordino che seppur non condivisibile in tutto  ha ancora la possibilità di essere strumento di valorizzazione!-

Nel rimanere a disposizione dei Colleghi per essere il tramite con la Segreteria Nazionale questa Locale ringrazia tutti escluso nessuno per la numerosa presenza, e per il clima collaborativo che ci contraddistingue essendo fieri di rappresentare questo Reparto.-

La Segreteria Locale CONSAP
Reparto Prevenzione Crimine Lazio – ROMA

Assemblea CONSAP Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Assemblea CONSAP Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Assemblea CONSAP Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Assemblea CONSAP Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Assemblea CONSAP Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Concorso interno per 7563 Vice Sovrintendenti – Ritardi, assegnazione di fine corso, risparmio di spesa, rispetto dei diritti del personale, funzionalità dell’Amministrazione. Rientro in sede !! Lettera CONSAP congiunta!!

Vice Sovrintendente PS

Vice Sovrintendente PS

Signor Capo della Polizia,

nel corso di un recente incontro con alcuni tra i Suoi più diretti collaboratori riguardo le modalità di svolgimento del corso che dovranno effettuare i vincitori del concorso interno per 7.563 Vice Sovrintendenti, queste Organizzazioni Sindacali hanno sottolineato ancora una volta l’esigenza che tutti  i vincitori di citato concorso vengano riassegnati alla propria sede di servizio.

Al termine della fase concorsuale in argomento, difatti, è fatta salva la permanenza nella propria sede ai soli vincitori dell’aliquota riservata agli Assistenti Capo mentre gli altri dovranno vedersela con le esigenze che l’Amministrazione ritiene di avere nel territorio, anche se sono il frutto di palesi errate valutazioni. Ne consegue che circa 2.000 vincitori del ridetto concorso si troveranno destinati ad altra sede e saranno quindi costretti a decidere tra un avanzamento di carriera che attendono da oltre un decennio ed il doversi allontanare dalla propria famiglia per chissà quanti anni (e non parliamo di giovani poliziotti ma di personale con un’età anagrafica media di 45 anni e probabilmente anche più ….  con figli, interessi personali nella sede di servizio, con situazioni economiche per nulla straordinarie ma sovente costellate da prestiti, debiti, ecc…!).

Riteniamo che l’Amministrazione non possa continuare a scaricare sul personale i propri errori e che se desidera veramente  coprire i “vuoti” di ufficiali di P.G. oggi esistenti deve dimostrare tale volontà bandendo ulteriori concorsi per Ispettore e per Sovrintendente.

Fino ad adesso c’è stato un certo disinteresse – diciamo così! – anche se gli uffici erano e sono al collasso, addirittura si era pensato e si pensa di far prendere le denunce agli agenti di P.G.!!! Oggi invece qualcuno ritiene che sia possibile rovinare la vita a persone che hanno dai 45 anni in su e che hanno già fatto 20 anni fuori casa? L’Amministrazione deve agire nella logica del buon andamento e dell’imparzialità, così come prevede la Costituzione.Oltre a ciò è facile ipotizzare che i più potrebbero rinunciare al grado e che il Suo Dipartimento sarà costretto ad aggiungere tali 2.000 posti (…ma potrebbero essere anche più) al concorso che dovrà essere bandito al termine di questo per 7.563 posti….. e se si tiene conto che detto prossimo concorso dovrà riprendere la normale procedura dei “titoli” ed “esami”, è facile rendersi conto che 2.000 posti in più saranno una considerevole spesa da dover sostenere per lo svolgimento delle fasi concorsuali.Anche a non voler essere così realisti e ad ipotizzare che i più accetteranno una destinazione diversa dalla propria sede di servizio, è di tutta evidenza che l’indennità di missione che dovrà essere garantita a tali colleghi (si tratterà di un “trasferimento d’ufficio”) comporterà un costo notevole che mal si concilia con le esigenze di risparmio che portarono alla procedura speciale “per soli titoli” di questo “maxi” concorso.Insomma, se si è partiti per garantire dei risparmi di spesa non è pensabile che adesso si decida  di spendere i risparmi ottenuti in indennità di missione oppure in un prossimo concorso che potrebbe riguardare un inaspettato considerevole numero di posti. Per quale motivo, quindi, Preg.mo Signor Capo della Polizia, continuare a ritenere che anche i vincitori dell’aliquota riservata a tutto il ruolo degli Agenti ed Assistenti non possano essere lasciati nella propria sede al pari di quelli dell’aliquota degli Assistenti Capo?A favore di una siffatta scelta – come abbiamo detto – ci sarebbe un non indifferente risparmio economico ma anche il fatto che l’Amministrazione ripagherebbe in qualche modo il personale del fatto    che li ha fatti attendere oltre 10 anni per il citato concorso e che si dimostrerebbe, almeno una volta, vicina ai loro bisogni, ai loro interessi familiari ed economici; contro la scelta di garantire a tutti di mantenere l’attuale sede di servizio, vi sarebbe, invece, una temuta impossibilità per l’Amministrazione di garantire la propria funzionalità ed efficienza. Beh, noi siamo certi che questo rischio non c’è affatto!!In un contesto del genere, ipotizzare che due, tre o quattro Vice Sovrintendenti in più o in meno possano garantire la funzionalità di una Questura, di un Reparto Mobile, di un Compartimento della Polizia Postale, è davvero grottesco. Noi siamo certi, Signor Capo della Polizia, che provvedere all’immediato rientro nelle sedi di appartenenza dei Sovrintendenti del 25° corso e garantire la permanenza presso la propria sede di servizio a tutti i vincitori del concorso a 7563 posti per Vice Sovrintendente, non potrà aggravare la situazione organica di alcun Ufficio ma semmai potrà garantire un risparmio economico alla nostra Amministrazione e sarà la testimonianza di una “vicinanza” verso quei nostri colleghi che Lei, Signor Capo della Polizia, ha pure il dovere di porre in essere.

Il Segretario Generale della CONSAP

Giorgio Innocenzi

Il Segretario Generale del SAP

Gianni Tonelli

Il Segretario Generale del COISP

Franco Maccari