CONSAP Provinciale ROMA

Home » Posts tagged 'Il Segretario Generale Nazionale Cesario BORTONE'

Tag Archives: Il Segretario Generale Nazionale Cesario BORTONE

Niente più notti per il Centralino Questura di ROMA, la CONSAP non concorda e scrive al Questore

Centralino Questura di ROMA

Centralino Questura di ROMA: soppressione del turno notturno, la CONSAP non concorda e scrive al Questore

NIENTE PIU’ NOTTI PER IL CENTRALINO DELLA QUESTURA DI ROMA, NO DELLA CONSAP !

Preg.mo Signor Questore,

la Segreteria Generale di questa O. S. esprime profonda preoccupazione per il ridimensionamento che dovrebbe riguardare le attività garantite dal centralino della sede centrale di Via San Vitale, con soppressione del turno notturno, il che rappresenta un’anomalia a livello nazionale, considerato che tutte le Questure sul territorio nazionale mantengono operativo il turno notturno del loro centralino. Ci risulta, infatti, che si sia intrapreso un percorso graduale con modifiche dell’orario di turnazione di questo fondamentale ufficio, che è un qualificato supporto alle attività operative dell’intera Questura, con la previsione di un ridimensionamento del personale operante di 4/6 unità, lasciando al restante compiti di garantire il servizio solo in orari diurni adottando il turno c.d. settimana lunga, con copertura della domenica e 2/3 pomeriggi mentre per gli orari serali e notturno tutte le funzioni verranno demandare all’operatore del corpo di guardia della Questura . E’ bene ricordare che attraverso il centralino, transitano telefonicamente anche le più alte personalità non solo della Polizia di Stato e l’operatore che si trova a svolgere tale lavoro deve necessariamente avere discrezione, competenze e riservatezza; si vuole anche sottolineare che il centralino della Questura riveste un ruolo centrale nei dispositivi di sicurezza della città, infatti oltre che dare risposta ai cittadini, garantisce anche una funzione di interfaccia fra i dirigenti dei commissariati, la Digos, la Squadra Mobile e il Ministero, fondamentale in tutte quelle circostanze in cui l’emergenza segnalata investa contemporaneamente più aree della città o l’intero territorio nazionale.
In virtù delle peculiarità di essere la città capitale d’Italia poi, attraverso il centralino della Questura centrale, transitano le telefonate delle linee privilegiate dette “punto a punto”, attraverso le quali la comunicazione è diretta e immediata, oltre che con tutte le sedi istituzionali e le rappresentanze diplomatiche. Un compito quindi, che per le ragioni suesposte, necessita di alta professionalità e di estrema capacità di dialogo, conoscenza e competenza, una funzione che non può assolutamente essere garantita con la scelta di utilizzare, anche se limitatamente al turno notturno, il personale al corpo di guardia privo delle minime conoscenze specifiche e che ha peculiarità e compiti profondamente diversi.
Per le ragioni di cui sopra Le chiediamo Signor Questore di intervenire affinché si possano conciliare la necessità di razionalizzare le risorse senza depauperare l’operatività e senza penalizzare il personale aggravandone i compiti e ampliandone le funzioni. Confidando in un cortese cenno di riscontro l’occasione è gradita per porgere distinti saluti.

Il Segretario Generale Nazionale
Cesario BORTONE

 

Cesario BORTONE - Segretario Generale Nazionale Sindacato Polizia CONSAP

Cesario BORTONE – Segretario Generale Nazionale Sindacato Polizia CONSAP

 

 

 

Logo Facebook#consapromanews

logo Twitter#consapromanews

Logo Instagram#consapromanews

Logo YouTube#consapromanews

Logo Whatsapp Solo messaggi: 3314234510
WhatsApp InfoLine CONSAP Roma

TelegramTelegram
CONSAP Segreteria Provinciale ROMA 

Emergenza Covid-19, sala prove musicali per Banda e Fanfara della Polizia di Stato: la CONSAP chiede al Dipartimento della P.S. la sospensione delle attività

Banda Musicale

PROVE MUSICALI DI BANDA E FANFARA LA CONSAP CHIEDE SOSPENSIONE ATTIVTA’

Al Direttore Ufficio Relazioni Sindacali
Dipartimento della P.S.
SEDE

Preg.ma Direttore,

la Segreteria Generale di questa O.S. nel prendere atto delle ultime direttive di prevenzione e tutela sanitarie, inviate dal medico competente, e riguardanti le modalità addestrative della Banda Musicale e della Fanfara della Polizia di Stato, chiede l’immediata sospensione delle stesse.
La previsione sanitaria infatti non può che riferirsi a carattere di temporaneità, considerato l’evolversi dall’emergenza, così che all’utilizzo, cosi come indicato dalle direttive sanitarie, delle due Sala Prove, quella sita nel cd compendio Castro Pretorio e di quella sita nei pressi del Commissariato Ponte Milvio, sarebbe preferibile e più utile, prevedere l’immediata sospensione delle attività dei due gruppi musicali.
Questa richiesta nasce da un‘evidente crescita dei contagi a livello nazionale, testimoniata da direttive di Governo sempre più stringenti e che potrebbe rendere insufficienti, in breve tempo, le recenti direttive della polizia sanitaria, nonché dall’osservazione di quanto deliberato da analoghi reparti di altre amministrazioni del comparto sicurezza e difesa.
Pur comprendendo la necessità che questo personale svolga adeguata attività formativa, allo scopo di garantire ed esaltare efficienza e professionalità dei settori concertistici dell’Amministrazione, le caratteristiche strutturali delle sale prove e principalmente le peculiarità strumentali delle due orchestre, composte prevalentemente da strumenti a fiato, consiglierebbero di prevenire ogni possibile rischio, sospendendo fino a cessata emergenza, le prove in sala.
Sarebbe imperdonabile se, aver mantenuto l’attività addestrative dei due gruppi musicali portasse al contagio, anche di un solo componente, perché lo si è lasciato operare in spazi inadeguati e con emissioni eccezionali dei cosiddetti droplet, ossia le goccioline di saliva che sono, per asserzione scientifica mondiale, il cavallo di troia con cui il coronavirus Covid 19 entra nell’organismo umano infettando l’ospite.
Lo hanno ben compreso altre amministrazioni militari e assimilabili alla nostra, che, in alcuni casi hanno sospeso le prove strumentali di bande e fanfare fin dal mese di marzo, garantendo solo esibizioni, quando necessario, all’aperto e con un distanziamento interpersonale di due metri.
Non sappiamo se la nostra richiesta sia in contrasto con direttive mediche, da qualsiasi parte esse giungano, ma siamo certi che essa risponda ad un principio di buon senso e di salvaguarda per la salute del personale e che l’attuale eccezionale emergenza debba indurre l’Amministrazione della Pubblica Sicurezza ad agire con quella che, in punta di diritto, si definisce la “diligenza del buon padre di famiglia”.
Si sottolinea in chiusura, che la qualità professionale dei nostri maestri concertisti e molto alta e non verrebbe certo minata da un periodo di forzata inattività, soprattutto se questo ne garantirà l’incolumità fisica.
Nella speranza che questo ufficio possa attivare le strutture dipartimentali competenti e confidando in un cortese cenno di riscontro l’occasione è gradita per porgere distinti saluti.

Il Segretario Generale Nazionale
Cesario BORTONE

 

Cesario BORTONE Segretario Generale Nazionale CONSAP

Cesario BORTONE Segretario Generale Nazionale CONSAP

 

 

Logo Facebook#consapromanews

logo Twitter#consapromanews

Logo Instagram#consapromanews

Logo YouTube#consapromanews

Logo Whatsapp Solo messaggi: 3314234510
WhatsApp InfoLine CONSAP Roma

TelegramTelegram
CONSAP Segreteria Provinciale ROMA