CONSAP Provinciale ROMA

Home » Posts tagged 'polizia di stato'

Tag Archives: polizia di stato

CONSAP Roma, Befana del Poliziotto 2019, raccolti 1155 euro per sostenere le cure della piccola Elisa Pardini, continuano le missioni in campo umanitario del sindacato della Polizia di Stato

Befana del Poliziotto CONSAP 2019, foto assegno del ricavato alla presenza di Fabio Pardini, papà della piccola Elisa

Befana del Poliziotto CONSAP 2019, foto assegno del ricavato alla presenza di Fabio Pardini, papà della piccola Elisa

Il successo della VII^ edizione di “arriva LA BEFANA festa DEL POLIZIOTTO” organizzata dalla Segreteria Provinciale di Roma della CONSAP, la Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia in collaborazione con Oasi Park, domenica 6 gennaio 2019, non è riferito solo alle presenze di pubblico alla kermesse (oltre 2mila persone), alla partecipazioni di molti volti noti dello spettacolo e della televisione (cantanti, comici, attori, campioni dello sport, ecc), alla presenza delle specialità della Polizia di Stato (artificieri, cinofili, reparto a cavallo e la bellissima lamborghini della polizia stradale), ma dall’azione umanitaria che era alla base della manifestazione in ricorrenza dell’epifania, sostenere le cure della piccola Elisa Pardini, ricoverata al Bambin Gesù da oltre due anni e stare vicino ai genitori che lottano con costanza e coraggio, per vincere una difficile battaglia, quella della vita per un figlio.
Durante le 3 ore della kermesse, sono stati raccolti 1155 euro tutto il ricavato (le 1143, 88 della foto assegno, sono poi diventate 1155 euro con una piccola donazione arrivata proprio mentre pubblicamente si “contavano i soldi del ricavato”), grazie alla sensibilità delle persone intervenute che hanno voluto, anche con un piccolo gesto, offrire la loro vicinanza.

“Desidero esprime un sentito e globale ringraziamento a tutti coloro che ci sono stati vicino alla realizzazione della kermesse dedicata al sostegno della famiglia della piccola Elisa Pardini” – ha detto Guerrisi, Segretario Generale Provinciale di Roma della CONSAP al termine della manifestazione – ” ringraziamento esteso anche alla famiglia Melandri dell’Oasi Park che ha ospitato l’evento e ci ha sostenuto in tutte le fasi della kermesse, un grazie a tutti gli sponsor, agli artisti che hanno aderito, alla Polizia di Stato presente con personale professionale e sempre disponibile alle buone azioni, grazie al Capo della Polizia seppur impossibilitato a partecipare ci ha inviato l’apprezzamento per le finalità evento  e gli Uffici delle Relazioni Esterne e Cerimoniale del Dipartimento della P.S. e della Questura di Roma” –

 

Befana del Poliziotto CONSAP 2019, foto di gruppo al termine della kermesse presso Oasi Park

Befana del Poliziotto CONSAP 2019, foto di gruppo al termine della kermesse presso Oasi Park

 

Befana del Poliziotto CONSAP 2019, copia bonifico inviato alla famiglia Pardini di tutto il ricavato alla kermesse

Befana del Poliziotto CONSAP 2019, copia bonifico inviato alla famiglia Pardini di tutto il ricavato alla kermesse

Banda Musicale e Fanfara della Polizia di Stato, problematiche, la CONSAP scrive all’U.S.T.G. del Ministero dell’Interno

Banda Musicale e Fanfara della Polizia di Stato

Banda Musicale e Fanfara della Polizia di Stato

La Segreteria Provinciale di ROMA della CONSAP- Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia ha chiesto un incontro con i vertici dell’U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) del Dipartimento della P.S. per rappresentare delle problematiche che interessano la Banda Musicale della Polizia di Stato e la Fanfara.
Le problematiche sono riferite alle competenze e scelte gestionali  dell’U.S.T.G. nelle attività dei professionisti della musica.

Befana del Poliziotto CONSAP 2019, il successo della kermesse dedicata alla piccola Elisa Pardini, nel servizio del TG LAZIO GOLD TV

Oltre 2mila persone hanno assistito domenica 6 gennaio u.s. nella capitale alla Befana del Poliziotto VII^ edizione organizzata dalla CONSAP – Segreteria Provinciale di Roma.
Tanti gli ospiti presenti, tra vip dello spettacolo e della musica, dello sport, le abilità della Polizia di Stato, animazioni, musica, maghi, clown. giocolieri, la vera befana, arrivata in treno con un carico di dolci in calze. Baby lotteria a premi con l’incasso totalmente devoluto (raccolti circa 1.200) alla famiglia Pardini per sostenere le cure della piccola Elisa ricoverata da oltre 2 anni.

Servizio TG Lazio di GOLD TV (si ringrazia la direzione dell’emittente televisiva).

Si ringrazia la famiglia Melandri per la gentile concessione del Parco Giochi Oasi Park per ospitare evento.

Si ringrazia Elleradio (88,100 FM) per la speciale attenzione dedicata alla manifestazione benefica.

Seguirà comunicazione dettagliata post evento.

#iostoconlaconsap. Ispettorato di Pubblica Sicurezza Viminale, Franco Di Giulio neo Segretario Locale CONSAP

Ispettorato P.S. Viminale - Il neo Segretario Locale Franco Di Giulio con il Coordinatore Nazionale della Consulta dei Tecnici Polizia di Stato CONSAP dr Secondino Ricci

Ispettorato P.S. Viminale – Il neo Segretario Locale Franco Di Giulio con il Coordinatore Nazionale della Consulta dei Tecnici Polizia di Stato CONSAP dr Secondino Ricci

La nuova CONSAP, dopo i partecipati e recenti congressi locali, provinciali e nazionale, prende sempre più forma e consistenza numerica. Nella città di Roma e Provincia la nuova squadra dirigente votata ed eletta da oltre 100 delegati provenienti da ogni parte e ufficio della capitale, incassa gradimento ed un ritrovato entusiasmo, in un clima sereno, basato sulla motivazione, sulla trasparenza, sulla lealtà, la condivisione e partecipazione di scelte per al meglio rappresentare donne e uomini della Polizia di Stato ed onorare il mandato sindacale conferito da votazioni e scelte collegiali.
E’ con molto piacere che annunciamo e pubblichiamo la recente nomina a Segretario Locale del collega e amico Franco DI GIULIO, in servizio presso l’Ispettorato di Pubblica Sicurezza “Viminale”.
Nelle prossime settimane, la nuova Sezione Locale CONSAP sarà ufficialmente presentata al Dirigente dell’Ispettorato  di Pubblica Sicurezza “Viminale”e successivamente sarà indetta la prima assemblea sindacale del nuovo corso sindacale per un confronto costruttivo con tutti i colleghi e colleghe.

 

Dalla Segreteria Provinciale CONSAP di Roma congratulazioni e buon lavoro!

Polizia: “Nuovo Modello Sicurezza”, Congresso Nazionale CONSAP, Agenzia di Stampa AdnKronos

Congresso Nazionale CONSAP - Grand Hotel Duca d’Este 19/20 Ottobre 2018

Congresso Nazionale CONSAP – Grand Hotel Duca d’Este 19/20 Ottobre 2018

Roma, 16 ott. (AdnKronos) – “Un sindacato libero ed autonomo per un nuovo modello di sicurezza”, questo il tema del Congresso Nazionale della Confederazione Sindacale Autonoma che si terrà presso il Grand Hotel Duca d’Este nel fine settimana. Con l’elezione di ieri presso la Questura di Roma della nuova Segreteria Provinciale di Roma guidata da Gianluca Guerrisi, è stata completata la squadra dei delegati nazionali che indicheranno il nuovo Segretario Generale Nazionale e la composizione della nuova Segreteria Nazionale.

L’obiettivo della CONSAP “è ora quello di non disperdere un patrimonio di storia e di battaglie sindacali in una fase delicatissima per la nostra Polizia di Stato che nei prossimi mesi sarà chiamata a discutere del rinnovo del contratto di lavoro e alla ridefinizione dell’Accordo Nazionale Quadro: quest’ultimo rappresenta – ha spiegato la CONSAP – uno dei pochi strumenti, in mano ai sindacati per tutelare colleghe e colleghi da possibili impieghi vessatori da parte della dirigenza”. Ospiti dei delegati della CONSAP al congresso, l’ex sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi ed il consigliere regionale Roberto Bonasorte.
(Mac/AdnKronos)
ISSN 2465-1222 16-OTT-18 14:21 NNNN

 

 

 

#iostoconlaconsap. Castelli Romani: la CONSAP cambia il passo e riparte con più forza con Vincenzo Sarappa e Andrea Petrucci

Castelli Romani, da sinistra Vincenzo Sarappa dirigente sindacale CONSAP Albano Laziale e Andrea Petrucci dirigente sindacale CONSAP a Frascati

Castelli Romani, da sinistra Vincenzo Sarappa dirigente sindacale CONSAP Albano Laziale e Andrea Petrucci dirigente sindacale CONSAP a Frascati

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase di svolgimento dei Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. La CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.

Ieri mattina si è svolto un proficuo incontro e consulto CONSAP in zona Castelli Romani dove i dirigenti sindacali Vincenzo Sarappa di Albano Laziale e Andrea Petrucci di Frascati, uomini di provata e consolidata esperienza professionale e sindacale, hanno rafforzato il legame di collaborazione per apportare maggiore energia al nuovo progetto CONSAP che vedrà nelle prossime settimane una serie di iniziative a tutela di donne e uomini della Polizia di Stato. Il nuovo percorso, coprirà l’intera zona laziale dei Castelli Romani (Albano Laziale, Frascati, Genzano e Marino) in materia sicurezza, per stimolare sia l’Amministrazione della Pubblica Sicurezza al Dipartimento che i vertici della Questura di Roma, coinvolgendo anche l’esperienza dei cittadini con associazioni e comitati.
Alla fine della riunione Vincenzo Sarappa è stato indicato come Coordinatore CONSAP Castelli Romani e la nomina sarà discussa e votata al Congresso Provinciale del 15 ottobre p.v.

#iostoconlaconsap. Congresso Locale CONSAP al Ministero dell’Interno: U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali), il sindacato riparte con Luigi Montesano, eletto all’unanimità neo Segretario Locale

La Sezione Locale CONSAP presso il Ministero dell'Interno U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Guerrisi, Del Bon, Montesano e Ricci

La Sezione Locale CONSAP presso il Ministero dell’Interno U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Guerrisi, Del Bon, Montesano e Ricci

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase di svolgimento dei Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. La CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.

Ieri mattina si è svolto il programmato Congresso Locale CONSAP presso Ministero dell’Interno U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) alla presenza di tutti gli iscritti (chi era assente per motivi di servizio e impedimenti familiari ha predisposto formale e rituale delega alle votazioni). Per la Segreteria Nazionale era presente Patrizio Del Bon e per la Segreteria Provinciale di Roma erano presenti il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Guerrisi e il Segretario Provinciale Cento.

L’esito delle votazioni trascritte a verbale ha prodotto il seguente risultato:
Luigi Montesano – Segretario Locale

Congratulazioni al collega, leale e coerente amico Luigi Montesano che continuerà la tradizione della CONSAP all’interno del Ministero dell’Interno – U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) settore del Dipartimento della P.S. che comprende numerosissimi Uffici di Polizia della Capitale.
Già nelle prossime settimane sono in calendario una serie di iniziative per migliorare il servizio che saranno rappresentate in Direzione e successivamente ai vertici del Dipartimento della P.S.

 

….:::: Le immagini del Congresso Locale Ministero dell’Interno
– U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) 

La Sezione Locale CONSAP presso il Ministero dell'Interno U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Guerrisi, Del Bon, Montesano e Ricci

La Sezione Locale CONSAP presso il Ministero dell’Interno U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Guerrisi, Del Bon, Montesano e Ricci

La Sezione Locale CONSAP presso il Ministero dell'Interno U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Guerrisi, Del Bon, Montesano e Ricci

La Sezione Locale CONSAP presso il Ministero dell’Interno U.S.T.G. (Ufficio per i Servizi Tecnico Gestionali) con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Guerrisi, Del Bon, Montesano e Ricci

#iostoconlaconsap. Congresso Locale CONSAP presso Ispettorato di Pubblica Sicurezza “Palazzo Chigi”: sindacato leader alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con oltre 100 iscritti e straordinario successo di adesioni, crescita esponenziale di consensi, ancora più forti e determinati

La Sezione Locale CONSAP presso Ispettorato di P.S. Palazzo Chigi con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Mondo, Modica, Bonanni, Placidi, Masella, Guerrisi, Musica e Di Guglielmo

La Sezione Locale CONSAP presso Ispettorato di P.S. Palazzo Chigi con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Mondo, Modica, Bonanni, Placidi, Masella, Guerrisi, Musica e Di Guglielmo

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase di svolgimento dei Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. La CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.

Ieri mattina si è svolto il programmato Congresso Locale CONSAP presso l’Ispettorato di Pubblica Sicurezza “Palazzo Chigi” alla presenza di tutti gli iscritti (chi era assente per motivi di servizio e impedimenti familiari ha predisposto formale e rituale delega alle votazioni). Per la Segreteria Provinciale di Roma erano presenti il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Guerrisi e il Segretario Provinciale Scoditti.

L’esito delle votazioni trascritte a verbale ha prodotto il seguente risultato:
Gianluca Guerrisi – Segretario Locale
Alessandro Mondo – Vice Segretario Locale con funzioni Vicarie
Daniele Masella – Vice Segretario Locale Vicario supplente
Angelo Di Guglielmo – Vice Segretario Locale
Lia Musica –  Vice Segretario Locale
Fabrizio Bonanni –  Dirgente Sindacale
Andrea Del Sordo – Dirigente Sindacale
Alberto Modica – Dirigente Sindacale
Mauro Lepidi – Dirigente Sindacale
Daniele Cataldo – Dirigente Sindacale
Fabio Placidi – Dirigente Sindacale

Da registrare il prolungato applauso dei tanti colleghi presenti ai dirigenti sindacali locali che hanno saputo con grande professionalità e tanta disponibilità raggiungere un grande traguardo di consensi che porta l’Ispettorato di P.S. “Palazzo Chigi” da ben 19 anni consecutivi il primo sindacato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e ottenuto importanti conquiste per il bene collettivo. La Sezione Locale CONSAP non solo rimane tutta nel nuovo progetto sindacale CONSAP ma ha aumentato in questi i giorni il numero degli iscritti confermandola il sindacato di Polizia leader a Palazzo Chigi con oltre 100 iscritti anche per il futuro !!!

 

….:::: Le immagini del Congresso Locale all’Ispettorato di P.S. “Palazzo Chigi”

La Sezione Locale CONSAP presso Ispettorato di P.S. Palazzo Chigi con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Mondo, Modica, Bonanni, Placidi, Masella, Guerrisi, Musica e Di Guglielmo

La Sezione Locale CONSAP presso Ispettorato di P.S. Palazzo Chigi con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Mondo, Modica, Bonanni, Placidi, Masella, Guerrisi, Musica e Di Guglielmo

 

….:::: Galleria immagini del Congresso Locale all’Ispettorato di P.S. “Palazzo Chigi”

#iostoconlaconsap. Congresso Locale CONSAP alla Fanfara della Polizia di Stato: Antonio Marocco confermato all’unanimità Segretario, crescita di consensi, nuove adesioni, ancora più forti e determinati

La Sezione Locale CONSAP presso la Fanfara della Polizia di Stato con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Scoditti, Florio, Marocco, Fanelli, Tiberia e Guerrisi

La Sezione Locale CONSAP presso la Fanfara della Polizia di Stato con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Scoditti, Florio, Marocco, Fanelli, Tiberia e Guerrisi

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase di svolgimento dei Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. La CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.

Questa mattina si è svolto il programmato Congresso Locale CONSAP presso la Fanfara della Polizia di Stato alla presenza di tutti gli iscritti (chi era assente per motivi di servizio e impedimenti familiari ha predisposto formale e rituale delega alle votazioni). Per la Segreteria Provinciale di Roma erano presenti il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Guerrisi e il Segretario Provinciale Scoditti.

L’esito delle votazioni trascritte a verbale ha prodotto il seguente risultato:
Antonio Marocco – Segretario Locale
Duilio Fanelli – Vice Segretario Locale con funzioni Vicarie
Andrea Florio – Vice Segretario Locale Vicario supplente
Luisa Tiberia – Vice Segretario Locale

La Sezione Locale CONSAP non solo rimane tutta nel nuovo progetto sindacale ma ha aumentato addirittura il numero degli iscritti, con molte ambizioni di crescita sempre con alla base il bene comune.

Molto gradito il saluto del Maestro della Fanfara della Polizia di Stato Secondino De Palma che durante i lavori congressuali ha voluto augurare buon lavoro ai dirigenti sindacali riuniti per le votazioni.

 

….:::: Le immagini del Congresso Locale alla Fanfara della Polizia di Stato

La Sezione Locale CONSAP presso la Fanfara della Polizia di Stato con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Scoditti, Florio, Marocco, Fanelli, Tiberia e Guerrisi

La Sezione Locale CONSAP presso la Fanfara della Polizia di Stato con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Scoditti, Florio, Marocco, Fanelli, Tiberia e Guerrisi

 

La Sezione Locale CONSAP presso la Fanfara della Polizia di Stato con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Scoditti, Florio, Marocco, Fanelli, Tiberia e Guerrisi

La Sezione Locale CONSAP presso la Fanfara della Polizia di Stato con dirigenti sindacali ed una parte degli iscritti. Da sinistra : Scoditti, Florio, Marocco, Fanelli, Tiberia e Guerrisi

#iostoconlaconsap. Questura di Roma- Congresso Locale CONSAP al Commissariato di P.S. Romanina: sindacato leader, nuove adesioni, ancora più forti, uniti e determinati

Congresso Locale CONSAP al Commissariato di P.S. Romanina: da sinistra: Guerrisi, Amenta, Scoditti, Salvatori (Drago) con una parte dei colleghi iscritti al sindacato

Congresso Locale CONSAP al Commissariato di P.S. Romanina: da sinistra: Guerrisi, Amenta, Scoditti, Salvatori (Drago) con una parte dei colleghi iscritti al sindacato

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase di svolgimento dei Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. La CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.

Ieri mattina si è svolto il programmato Congresso Locale CONSAP presso il Commissariato di P.S. Romanina (Questura di Roma) alla presenza di tutti gli iscritti (chi era assente per motivi di servizio e impedimenti familiari ha predisposto formale e rituale delega alle votazioni). Per la Segreteria Provinciale di Roma erano presenti il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Guerrisi e i Segretari Provinciali Salvatori e Scoditti.

L’esito delle votazioni trascritte a verbale ha prodotto il seguente risultato:
Francesco Scoditti – Segretario Locale
Serafina Bagnato – Vice Segretario Locale con funzioni Vicarie
Graziella Amenta – Vice Segretario Locale

Da registrare che la Sezione Locale CONSAP non solo rimane tutta nel nuovo progetto sindacale ma ha aumentato in questi i giorni il numero degli iscritti confermandola sempre di più il sindacato leader al Commissariato di P.S. Romanina.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

#iostoconlaconsap. Congresso Locale Reparto Prevenzione Crimine Lazio: Andrea De Meo neo Segretario Locale, nuove adesioni, ancora più forti, uniti e determinati

Congresso Locale CONSAP al Reparto Prevenzione Crimine LAZIO: da sinistra Salvatori (Drago), Cento, Scoditti, De Santis, Astorino, Castelli, Marrucci, Guerrisi

Congresso Locale CONSAP al Reparto Prevenzione Crimine LAZIO: da sinistra Salvatori (Drago), Cento, Scoditti, De Santis, Astorino, Castelli, Marrucci, Guerrisi

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase di svolgimento dei Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. La CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.

Questa mattina si è svolto il programmato Congresso Locale CONSAP presso il Reparto Prevenzione Crimine Lazio alla presenza di tutti gli iscritti (chi era assente per motivi di servizio e impedimenti familiari ha predisposto formale e rituale delega alle votazioni). Per la Segreteria Provinciale di Roma erano presenti il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Guerrisi e i Segretari Provinciali SalvatoriCento e Scoditti.

L’esito delle votazioni trascritte a verbale ha prodotto il seguente risultato:
Andrea De Meo – Segretario Locale
Gianluca Castelli – Vice Segretario Locale con funzioni Vicarie
Claudio Astorino – Vice Segretario Locale
Massimo Marrucci – Dirigente Sindacale
Marco De Santis – Dirigente Sindacale

Da registrare che la Sezione Locale CONSAP non solo rimane tutta nel nuovo progetto sindacale ma ha aumentato in questi i giorni il numero degli iscritti proiettandola tra i sindacati leader in quel Reparto.

 

….:::: Le immagini del Congresso Locale al Reparto Prevenzione Crimine LAZIO

Foto di Gruppo della Sezione CONSAP al Reparto Prevenzione Crimine LAZIO

Foto di Gruppo della Sezione CONSAP al Reparto Prevenzione Crimine LAZIO

 

….:::: Il neo Segretario Locale CONSAP  RPC Lazio Andrea De Meo

Andrea De Meo - Segretario Locale CONSAP al Reparto Prevenzione Crimine Lazio

Andrea De Meo – Segretario Locale CONSAP al Reparto Prevenzione Crimine Lazio

 

….:::: Le immagini del Congresso Locale al Reparto Prevenzione Crimine LAZIO

#iostoconlaconsap. Congresso Locale Divisione Polizia Amministrativa e Sociale Questura di Roma: Alessandro Pettinato neo Segretario Locale, nuove adesioni, ancora più forti, uniti e determinati

La nuova sezione CONSAP presso la Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Roma. Da sinistra : Bonanni, Marcucci e Pettinato con Guerrisi e Scoditti della Segreteria Provinciale di Roma

La nuova sezione CONSAP presso la Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Roma. Da sinistra : Bonanni, Marcucci e Pettinato con Guerrisi e Scoditti della Segreteria Provinciale di Roma

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase di svolgimento dei Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. La CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.

Questa mattina si è svolto il programmato Congresso Locale CONSAP presso la Divisione  della Polizia Amministrativa e Sociale alla Questura di Roma alla presenza di tutti gli iscritti (chi era assente per motivi di servizio e impedimenti familiari ha predisposto formale e rituale delega alle votazioni). Per la Segreteria Provinciale di Roma erano presenti il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Guerrisi e il Segretario Provinciale Scoditti.

L’esito delle votazioni trascritte a verbale ha prodotto il seguente risultato:
Alessandro Pettinato – Segretario Locale
Mauro Marcucci – Vice Segretario Locale con funzioni Vicarie
Augusto (Marco) Bonanni – Vice Segretario Locale

Da registrare che la Sezione Locale CONSAP non solo rimane tutta nel nuovo progetto sindacale ma ha aumentato in questi i giorni il numero degli iscritti proiettandola tra i sindacati leader in quell’ufficio.

La nuova sezione CONSAP presso la Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Roma. Da sinistra : il Vice Segretario Locale con funzioni Vicarie Mauro Marcucci, il neo Segretario Locale Alessandro Pettinato e il Vice Segretario Locale Marco Bonanni

La nuova sezione CONSAP presso la Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Roma. Da sinistra : il Vice Segretario Locale con funzioni Vicarie Mauro Marcucci, il neo Segretario Locale Alessandro Pettinato e il Vice Segretario Locale Marco Bonanni

#iostoconlaconsap. Congresso Locale Ufficio Divisione Immigrazione Questura di Roma: Alessandro Veroli riconfermato Segretario Locale, nuove adesioni, ancora più forti, uniti e determinati

La nuova sezione CONSAP presso l'Ufficio Divisione Stranieri della Questura di Roma. Al centro Alessandro Veroli riconfermato all'unanimità Segretario Locale con i suoi collaboratori

La nuova sezione CONSAP presso l’Ufficio Divisione Stranieri della Questura di Roma. Al centro Alessandro Veroli riconfermato all’unanimità Segretario Locale con i suoi collaboratori

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase di svolgimento dei Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. Al di là delle chiacchiere da bar e voci prive di fondamento utilizzate da “qualche incantatore di serpenti” la CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.

Questa mattina si è svolto il programmato Congresso Locale CONSAP presso l’Ufficio Divisione Immigrazione della Questura di Roma alla presenza di tutti gli iscritti (chi era assente per motivi di servizio e impedimenti familiari ha predisposto formale e rituale delega alle votazioni). Per la Segreteria Provinciale di Roma erano presenti il Segretario Generale Provinciale Aggiunto Guerrisi, i Segretari Provinciali Salvatori e Scoditti.

L’esito delle votazioni trascritte a verbale ha prodotto il seguente risultato:
Alessandro Veroli – Segretario Locale
Monica Oberholtzer – Vice Segretario Locale con funzioni Vicarie
Andrea Modista – Vice Segretario Locale
Monica Proietti – Dirigente Sindacale

Da registrare che la Sezione Locale CONSAP non solo rimane tutta nel nuovo progetto sindacale ma ha aumentato in questi i giorni il numero degli iscritti proiettandola tra i sindacati leader in quell’ufficio.

Al termine del Congresso Locale una delegazione della CONSAP è stata ricevuta dal Dirigente della Divisione dr Fabrizio Mancini.

La nuova Segreteria Locale CONSAP all'Ufficio Divisione Immigrazione della Questura di Roma. Da sinistra: Andrea Modista, Monica Oberholtzer, Alessandro Veroli e Monica Proietti

La nuova Segreteria Locale CONSAP all’Ufficio Divisione Immigrazione della Questura di Roma. Da sinistra: Andrea Modista, Monica Oberholtzer, Alessandro Veroli e Monica Proietti

….:::: Momenti delle votazioni al Congresso Locale CONSAP all’Ufficio Divisione Immigrazione della Questura di Roma

#iostoconlaconsap. V^ Zona Polizia di Frontiera Aerea – Fiumicino: nuovi progetti e ancora più determinazione per la tutela dei colleghi, sempre all’interno della CONSAP

Nella foto da sinistra: Salvatori - Segretario Provinciale di Roma, Guerrisi - Segretario Generale Aggiunto Roma, Feminò - Segretario Locale V^ Zona Polizia Frontiera Fiumicino e Scoditti - Segretario Provinciale di Roma

Nella foto da sinistra: Salvatori – Segretario Provinciale di Roma, Guerrisi – Segretario Generale Aggiunto Roma, Feminò – Segretario Locale V^ Zona Polizia Frontiera Fiumicino e Scoditti – Segretario Provinciale di Roma

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase preparatoria ai Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. Al di là delle chiacchiere da bar e voci prive di fondamento utilizzate da “qualche incantatore di serpenti” la CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.
In tema di sezioni CONSAP territoriali nella capitale, il Segretario Locale della V^ Zona Polizia di Frontiera Aerea – Fiumicino Laura Feminò con il personale iscritto in quell’Ufficio sono e rimarranno nella CONSAP, addirittura con concreti margini di crescita locale con le nuove adesioni che già implementano il prestigioso Ufficio della Polizia di Frontiera.

#iostoconlaconsap. Divisione Polizia Amministrativa e Sociale – Questura di ROMA: nuovi progetti e ancora più determinazione per la tutela dei colleghi, sempre all’interno della CONSAP

Nella foto da sinistra: Guerrisi - Segretario Generale Aggiunto Roma, Pettinato e Marcucci della CONSAP alla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale c/o Questura di ROMA

Nella foto da sinistra: Guerrisi – Segretario Generale Aggiunto Roma, Pettinato e Marcucci della CONSAP alla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale c/o Questura di ROMA

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase preparatoria ai Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. Al di là delle chiacchiere da bar e voci prive di fondamento utilizzate da “qualche incantatore di serpenti” la CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.
In tema di sezioni CONSAP territoriali nella capitale, il Segretario Locale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale c/o Questura di ROMA Mauro Marcucci e il Vice Segretario Locale Alessandro Pettinato, con tutto il loro seguito sono e rimarranno nella CONSAP, addirittura con concreti margini di crescita locale con le nuove adesioni che già implementano il prestigioso Ufficio della Questura di Roma.

#iostoconlaconsap. Ufficio Presidenziale della Polizia di Stato c/o Quirinale: nuovi progetti e ancora più determinazione per i colleghi, sempre all’interno della CONSAP

Nella foto da sinistra: Guerrisi - Segretario Generale Aggiunto Roma, Napolitano e Magliano della CONSAP al Quirinale

Nella foto da sinistra: Guerrisi – Segretario Generale Aggiunto Roma, Napolitano e Magliano della CONSAP al Quirinale

Il nuovo assetto della CONSAP romana va sempre più prendendo forma e convinzione e presso tutte le strutture territoriali della capitale è già in attivo la fase preparatoria ai Congressi Locali per poi celebrare il Congresso Provinciale. Al di là delle chiacchiere da bar e voci prive di fondamento utilizzate da “qualche incantatore di serpenti” la CONSAP arricchisce giorno dopo giorno il suo nuovo programma fatto di strategie di tutela ben studiate e ragionate, soprattutto condivise per al meglio rappresentare uomini e donne della Polizia di Stato. Una fitta agenda di incontri con TUTTI i colleghi delle sezioni locali CONSAP dove permane un clima sereno e soprattutto determinato a valorizzare il nuovo, ambizioso e onesto programma sindacale.
In tema di sezioni CONSAP territoriali nella capitale, il Segretario Locale dell’Ufficio Presidenziale della Polizia di Stato c/o Quirinale Luca Magliano e il Coordinatore degli Ispettorati di Polizia Lorenzo Napolitano, sindacato leader alla sede del Presidente della Repubblica con oltre 100 iscritti, sono e rimarranno nella CONSAP, addirittura con concreti margini di crescita locale con le nuove adesioni che già implementano la prestigiosa sede della Polizia di Stato.

Polizia, diritto di sciopero, Pantaleoni (CONSAP): “Strumento di rivendicazione fondamentale”, La Gazzetta di Lucca

Gianluca Pantaleoni, Segretario Nazionale Vicario CONSAP- Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia

Gianluca Pantaleoni, Segretario Nazionale Vicario CONSAP- Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia

La Gazzetta di Lucca (13 agosto 2018):
Il diritto di sciopero regolamentato è una priorità e dovrà essere strumento di lotta sindacale essenziale per tutti i poliziotti”: questo il grido di Gianluca Pantaleoni, Segretario Nazionale Vicario della CONSAP, la Confederazione Sindacale di Polizia tra i sindacati maggiormente rappresentativi della Polizia di Stato che in queste settimane ha impostato le procedure interne per l’avvio dei congressi locali e provinciali in tutta la penisola italiana per poi terminare con la celebrazione del IV^ Congresso Nazionale, previsto per la fine dell’anno in corso, dove si eleggerà, tramite il voto dei delegati provenienti da tutta Italia, la nuova classe dirigente del sindacato .

“Il diritto di sciopero per la Polizia è stato da sempre uno dei maggiori punti principali di programma, considerandolo lo strumento di maggior pressione in possesso dei lavoratori per reclamare i propri diritti – afferma Pantaleoni della CONSAP – e occorrerebbe abrogare il divieto anche a tutti i poliziotti come avviene alla Magistratura, garantendo certamente i servizi primari di sicurezza. L’art. 84 della Legge 121/81 urta con l’art. 40 della nostra Costituzione che scrive di uguaglianza dei cittadini e lavoratori e proprio per questo andrebbe riformata la norma, guardando l’esempio dei paesi esteri come in Austria, dove le forze dell’ordine possono scioperare con forme e modi opportuni”. (altro…)

Kronos, RAI 2, Ordine e Sicurezza Pubblica, intervista al Segretario Provinciale di Roma Gianluca (Drago) Salvatori

Il Segretario Provinciale di Roma della CONSAP, Gianluca (Drago) Salvatori, ai microfoni della trasmissione televisiva di Rai 2 KRONOS – per denunciare le difficoltà degli operatori delle Forze dell’Ordine che tutti i giorni sono in strada, con abnegazione e coraggio, per difendere la tranquillità sociale e il giusto vivere.
Servizio RAI del 23 Febbraio 2018.

Ultimissime Rinnovo Contratto Lavoro 2016-2018, si lavora ad oltranza alla Funzione Pubblica, risorse economiche inadeguate, rabbia, dura contestazione e parere negativo della CONSAP

25 gennaio 2018 . Si continua ad oltranza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica per l’incontro tecnico concernente la prosecuzione dei lavori per la definizione dell’ipotesi di accordo triennio 2016-2018. La CONSAP nell’intervento a voce del Presidente Nazionale Mauro Pantano ha contestato duramente, ancora una volta,  le attività di parte pubblica volte a far digerire un contratto che non rispetta minimamente la dignità di uomini e donne della Polizia di Stato. 
Video intervento CONSAP – dr Mauro Pantano – Presidente Nazionale

Polizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAP

Sezione Polizia Stradale di Roma: da sinistra Quaglieri, Vannoni, Spagnoli, Bortone e Rosati

Sezione Polizia Stradale di Roma: da sinistra Quaglieri, Vannoni, Spagnoli, Bortone e Rosati

Nella mattinata del 16 ottobre u.s., si è svolta la programmata assemblea sindacale indetta da questa O.S. presso l’Aula magna della Sezione e Compartimento Polstrada del Lazio.
Sul piatto, i temi del riordino delle carriere, tra criticità e opportunità e il nuovo contratto di lavoro per la Polizia di Stato con le relative proposte della CONSAP.
Presenti: Stefano Spagnoli, Segretario Generale Nazionale  facente funzioni, Cesario Bortone, Coordinatore per il centro Italia, Gianluca Guerrisi, Segretario Generale Prov.le Aggiunto, Massimo Vannoni Segretario Prov.le-Consulta polizia Stradale, Gianfranco Rosati Coordinatore Segretari locali Polstrada e Massimiliano Quaglieri, Segretario locale CONSAP.
In premessa, il Segretario Spagnoli, si è voluto soffermare sulla problematica connessa alla scarsa propensione della Dirigenza della Polizia Stradale nel dare il giusto riconoscimento del lavoro svolto dai colleghi che, inevitabilmente, si riflette su rapporti informativi con punteggi assai più bassi rispetto agli operatori di altri Uffici, vedi Questure, Reparti Mobili ecc. ecc. che produce, evidentemente, scarsi riconoscimenti premiali e quindi, scarsi contenuti ai fini del punteggio utile alla partecipazione di concorsi e/o avanzamenti di carriera.
Si è ribadito che sarà forte l’attività di questa O.S. nel sensibilizzare non solo la Dirigenza locale, ma anche quella del Servizio di Specialità nel trattare questa tematica, facendo cessare questo “insensato” comportamento che penalizza i colleghi della stradale, creando discriminazioni evidenti all’interno della Polizia di Stato.
Riordino Carriere, dopo aver chiarito, semmai ce ne fosse ancora la necessità, che le OO. SS. su questo tema hanno avuto soltanto potere consultivo e non decisorio, ha spiegato come il “Progetto” del compianto Manganelli sia stato ribaltato rispetto all’originale, e sia stato “imposto” dalla Pubblica Amministrazione.
In tal senso, mentre alcune OO.SS., hanno tenuto “comportamenti speculativi”, dichiarandosi concordi all’origine, salvo poi per meri interessi di tesseramento, fare il “muso duro” a riordino fatto, la CONSAP, ha avuto, da subito un atteggiamento responsabile, analizzando le criticità, formulando concrete proposte e affermando che questo non è stato il miglior risultato raggiungibile ma che in virtù delle imposizioni politiche che non lasciavano spazi di manovra ai Sindacati, questo riordino, atteso da 20 anni, qualcosa ha mosso nell’orizzonte statico dell’organizzazione della Polizia di Stato, anche se non ne vedremo un altro per i prossimi 10 anni, benché ce ne sia ulteriore bisogno.
L’impressione è che questo riordino, come il precedente, verrà modificato dai numerosi ricorsi presso i tribunali amministrativi che, inevitabilmente, ci saranno.
A tal proposito, giova ricordare come non più tardi di una settimana fa la CONSAP abbia vinto il ricorso al TAR del Lazio  per la vicenda dei neo-ispettori vincitori del concorso, ai quali era stato imposto il trasferimento.
Quello che si è cercato di fare è stato quello di portare a casa il più possibile come si sta facendo con ilNuovo Contratto di Lavoro”.
Lo scopo, chiaramente, è quello di portare a casa il miglior risultato possibile nell’ambito in un quadro politico che non lascia ampi spazi di manovra e di risultato per le forze dell’ordine date le insufficienti risorse economiche. Giova ricordare come la Corte Costituzionale, 2 anni fa abbia dichiarato decaduto il contratto dei poliziotti, per cui, quello che si sta realizzando, la cui parte economica com’è noto, ha validità triennale, avrà valore solo per il 2018, posto che nel 2019 il triennio sarà di nuovo esaurito e si dovrà già discutere il successivo. La scorsa Legge di bilancio (2017) aveva “accantonato” alcune somme per il contratto delle forze dell’ordine, le quali avrebbero generato un aumento medio mensile di 35 euro nette a operatore. Con questa Legge di bilancio (2018), varata da poco, sono state accantonate  somme che dovrebbero portare nella busta paga dei poliziotti circa 60 euro nette mensili. Orbene, se a questa somma si aggiunge la precedente, accantonata ma non erogata, l’aumento medio per i poliziotti, al netto delle tasse, dovrebbe aggirarsi intorno ai 100 euro mensili e questa cifra dovrebbe sostituire il Bonus Renzi di 80 Euro che ha scadenza naturale 31.12.2017.

Quali sono le nostre proposte:

  • Concreto aumento delle indennità accessorie; non si può pagare un’ora di straordinario emergente o programmato meno di un’ora di servizio ordinario;
  • Facendo seguito a una Sentenza favorevole ad alcuni operatori del personale paramedico che ha riconosciuto loro ”un’indennità di vestizione”, si punta a ottenere la corresponsione di un forfait di ore di straordinario necessarie a indossare e togliere la divisa;
  • Richiesta di aumento dell’indennità di servizio esterno, notturna e festiva, più il riconoscimento di un’indennità aggiuntiva per tutti gli operatori burocratici che svolgono particolari e delicate attività;
  • Aumento del valore dei buoni pasto (almeno 7 euro);
  • Richiesta di unindennità per la pulizia della divisa di servizio;
  • Detassazione di alcuni emolumenti, in virtù del riconoscimento del principio di specificità del nostro comparto;

Il succo è quello di ottenere tutta una serie di riconoscimenti economici che possano andare ad aggiungersi all’aumento stipendiale, allo scopo di rendere, ovviamente, più alto  il peso della busta paga.
Sulle pensioni: E’ stato ribadito il concetto ( hai noi!) chiaro, secondo cui i colleghi che andranno in pensione solo con il sistema contributivo, avranno un pensione decurtata di un valore tra il 36 e il 40% rispetto ad  un collega che andrà via con il sistema retributivo!
Anche qui queste le proposte CONSAP:

  • Calcolo della pensione almeno al 50% con il sistema contributivo;
  • Omologazione della polizia di stato all’arma dei carabinieri, ovvero riconoscere su base volontaria la possibilità di lavorare 3 anni in più ( in ambito burocratico), al fine di accrescere il valore contributivo e ottenere un pensione più dignitosa.     

Momenti dell’assemblea sindacale:

Polizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAPPolizia Stradale, Compartimento Lazio e Sezione Roma, partecipata assemblea sindacale CONSAP

 

Gianfranco Rosati

Per la Segreteria Prov.le  CONSAP
Gianfranco Rosati

Polizia, Concorso Pubblico per 1148 per Allievi Agenti, anomalie con errori, lettera al Capo della Polizia della CONSAP “posticipare avvio concorso”

Il Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli

Il Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli

Stimatissimo Capo della Polizia,

la Consap – Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia, Le scrive dando voce alle preoccupazioni espresse sia all’interno della Polizia di Stato che fra l’opinione pubblica, in merito ad una serie di anomalie correlate al Concorso Pubblico per 1148 per Allievi Agenti della Polizia di Stato che si terrà a Roma nei mesi di agosto e settembre c.a.
Va detto che questo concorso era atteso da oltre 19 anni e quindi resta il merito di essere riusciti ad indirlo, ma proprio nella lunga attesa e nella peculiarità di essere la via d’accesso ad una professione che non può considerarsi un impiego pubblico ma un sogno ed un’aspirazione per molti dei quasi 200 mila candidati, che trova ragione la nostra richiesta. Purtroppo le anomalie che si stanno susseguendo, parliamo sia dei 6000 test con troppe risposte sbagliate pubblicati sul sito poliziadistato.it e da noi denunciate anche pubblicamente attraverso la stampa, sia del fatto che la lettera che stabilisce l’ordine alfabetico della chiamata al test dei concorrenti era ben nota prima della sua
ufficializzazione da parte del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, stanno pesando sulla credibilità di tutta la Polizia di Stato. Le preoccupazioni per queste anomalie rimbalzano evidenti su tutti i blog ed i social offrendo un’immagine distorta di trasparenza e di efficienza. Per le ragioni di cui sopra, chiediamo alla S.V. di considerare l’opportunità di posticipare l’avvio del concorso, al fine di risolvere fattivamente le anomalie ad oggi riscontrate e placare lo stato di crescente preoccupazione ed insoddisfazione dei concorrenti.
Confidando un suo autorevole intervento e rinnovandoLe i sensi della più alta stima porgiamo distinti saluti.

Il Segretario Generale Nazionale f.f.
Stefano SPAGNOLI

 

Polizia, “Squadre UOPI – Unità Operative di Primo Intervento “, gravi problematiche pistole mitragliatrici HK UMP

"Squadre UOPI - Unità Operative di Primo Intervento "

“Squadre UOPI – Unità Operative di Primo Intervento ” della Polizia di Stato

AL MINISTERO DELL’INTERNO

Segreteria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza

Ufficio per le Relazioni Sindacali – Sede –

A seguito dei gravi e ripetuti malfunzionamenti tecnici riscontrati in sede di addestramento delle Squadre UOPI (Unità Operative di Primo Intervento),  l’Amministrazione, con una decisione tanto illuminata quanto tardiva, è stata finalmente costretta a prendere atto della macroscopica incompetenza tecnica e del pressappochismo amministrativo dimostrato in sede di approvvigionamento delle pistole mitragliatrici H&K mod. UMP 9, recentemente acquistate in oltre 500 esemplari.
Ci auguriamo vivamente che anche su questo ennesimo esempio di inefficienza e di cialtroneria (per non pensare ad altro…) non cali il solito velo di silenzio e che vengano acclarate e sanzionate le gravi responsabilità degli organi tecnici e amministrativi che lo hanno determinato…in questa prospettiva, questa O.S. sta già valutando la possibilità di richiedere l’accesso agli atti del procedimento al fine di verificare la correttezza e la congruità tecnica dei protocolli di prova e di sperimentazione che dovrebbero caratterizzare le procedure di adozione di ogni arma da fuoco in uso al personale della Polizia di Stato.
Tuttavia la cura proposta dai vertici dell’Amministrazione a questa incresciosa situazione rischia di rivelarsi forse peggiore della stessa malattia: ci riferiamo, infatti, alla discutibile iniziativa di redistribuire in tutta fretta agli operatori delle predette squadre di primo intervento una versione“raffazzonata” della pur sempre affidabile, ma obsoleta, Beretta PM-12 S.
Per quanto è dato di sapere, il vecchio PM-12 verrebbe “aggiornato” mediante l’installazione di una slitta “Picatinny” multipla destinata al montaggio di un apparato di puntamento optoelettronico (tipo “Red Dot” o similari) e di una torcia tattica: un simile intervento, la cui effettiva efficacia dovrebbe essere preventivamente sostenuta dal superamento di un preciso protocollo di prove e da un congruo periodo di sperimentazione (cosa che, peraltro, non risulterebbe essere stato fatto in occasione dell’acquisto della UMP 9…), comunque nulla innoverebbe con riguardo alle caratteristiche meccaniche e balistiche dell’arma il cui progetto originale, pur restando una pietra miliare nella storia delle armi portatili, risale agli inizi degli anni 60…
Inoltre, anche sotto l’esclusivo profilo addestrativo, genera non poche e indiscutibili perplessità la constatazione che il personale delle UOPI e i relativi Istruttori siano stati sottoposti, fino a pochi giorni fa, ad un impegnativo e dispendioso ciclo addestrativo basato sull’impiego di un’arma che si predispone allo sparo (quando ciò avvenga…) “ad otturatore chiuso”, come la H&K UMP 9 mentre la “nuova” dotazione consiste in una pistola mitragliatrice dalle caratteristiche di funzionamento esattamente opposte, cioè un’arma che, com’è noto, si predispone al tiro “ad otturatore aperto” , con l’immancabile conseguenza della necessita da parte del tiratore di acquisire e memorizzare sequenze di maneggio e di sicurezza altrettanto totalmente opposte…
Inoltre, il montaggio “posticcio” della slitta Picatinny (standard militare di relativamente recente concezione) comporterebbe necessariamente un eccessivo innalzamento della linea di mira dell’apparato optoelettronico di puntamento, incompatibile con l’altezza della linea di mira pupillare consentita al tiratore dall’immutata configurazione della gruccia della PM-12S.
I sempre maggiori livelli di aggressività posti in essere dalla criminalità di matrice terroristica e comune impongono risposte urgenti e adeguate ai fini della tutela dell’incolumità degli operatori di polizia e della sicurezza dei cittadini: questa O.S. ritiene che sia già trascorso il tempo delle riflessioni e auspica l’adozione di provvedimenti tempestivi, efficaci e supportati da idonee competenze tecnico-professionali da parte di personale qualificato e privo di secondi fini… E’ arrivato il momento di infrangere assurdi tabù che da troppo tempo gravano sulla gestione dei materiali di armamento ed equipaggiamento della Polizia di Stato e che trovano il loro unico presupposto nell’ignoranza e nell’incompetenza tecnica: ci riferiamo all’adozione di nuovi sistemi d’arma (peraltro addirittura previsti anche dall’ormai obsoleta normativa vigente) in grado di assicurare quelle imprescindibili caratteristiche di funzionamento e di efficacia balistico-terminale in grado di contrapporsi all’attuale minaccia.
Questa O.S. ha recentemente proposto e ottenuto la dotazione del secondo caricatore per la pistola semiautomatica in dotazione individuale per tutti gli operatori di Polizia; necessita adesso proseguire non solo sulla strada dell’ammodernamento delle armi in dotazione al personale ma anche lungo quella del parallelo adeguamento delle attività di addestramento alle tecniche operative e al tiro.
Siamo del parere che occorra dotare almeno le unità speciali della Polizia di Stato di carabine ad anima rigata in cal. 5.56 (quali, ad esempio, rimanendo in ambito nazionale, il Beretta ARX 160) provviste di idonei apparati di puntamento, accessori tattici e, soprattutto, munizionamento diversificato da poter utilizzare, all’occorrenza, in relazione ai vari scenari operativi e agli obiettivi da conseguire.
In conclusione, a parere di questa O.S., bisogna provvedere in tempi brevissimi a recuperare il divario tecnologico che rischia di vedere soccombere le donne e gli uomini della Polizia di Stato nei confronti di minacce armate sempre più aggressive e pericolose.

IL COORDINATORE NAZIONALE CONSAP Cesario BORTONE

IL COORDINATORE NAZIONALE CONSAP
Cesario BORTONE   

Villa Tevere, Reparto Scorte, cresce il consenso della CONSAP con la nuova segreteria locale, discussa e approvata la nuova “agenda di lavoro” a tutela del personale di Polizia

CONSAP Reparto Scorte "Villa Tevere", da sinistra Pangano, Guerrisi, Cento, Rizza e Scagnetto

CONSAP Reparto Scorte “Villa Tevere”, da sinistra Pangano, Guerrisi, Cento, Rizza e Scagnetto

Cresce il consenso della CONSAP al Reparto Scorte di Villa Tevere dove è stata presentata la nuova Segreteria Locale ( Alessandro Scagnetto Segretario Locale, Marco Rizza e Giovanni Pangano Vice Segretari Locale) alla presenza della Segreteria Provinciale di Roma (erano presenti il Segretario Generale Aggiunto Gianluca Guerrisi e il Coordinatore Provinciale Carolina Cento).
La proficua riunione ha stabilito i punti che saranno affrontati nei prossimi giorni con la dirigenza del Reparto prima e attenzionati poi al Signor Questore di Roma.
Una ricca “agenda di lavoro” messa a punto dai nuovi dirigenti sindacali Scagnetto, Rizza e Pangano, stimati operatori di Polizia e da sempre attenti alla cura di migliori condizioni di lavoro di uomini e donne della Polizia di Stato.
In sintesi le maggiori tematiche trattate:
Cambio turno domenicale per la corresponsione della prevista indennità;
Pulizia generale di tutti i locali destinati ai servizi di polizia all’interno del Reparto (in linea con i dettami normativi del legge 81/2008 igiene e sicurezza luoghi di lavoro);
Disponibilità quantitativo di tessere Trenitalia e Italo per fronteggiare tutte le emergenze “degli ultimi minuti” quando il servizio prevede trasferte;
Personale con corso scorte al Reparto evitando “di arruolare” operatori senza la prevista abilitazione (come accaduto e accade) e di lasciare in attesa tutti coloro che ne sono in possesso e che aspettano di essere movimentati con istanze presentate da tempo;
Distribuzione equa carichi di lavoro, adoperando i giusti criteri e la massima trasparenza, bilanciando in modo produttivo ed omogeneo la resa professionale di ogni ufficio del Reparto e singolo operatore;
Verifica equipaggiamento e mezzi di Reparto, monitoraggio per efficienza auto di servizio (che non hanno radio fissa all’interno), giubbotti antiproiettile (sottocamicia) e lampeggianti;
Alloggi di servizio, monitoraggio delle disponibilità e delle istanze degli aventi diritto, criteri assegnazione;
Tessere carburante, valide per trasferte, per fronteggiare rifornimenti in servizi notturni e festivi e che siano per distributori presenti in modo capillare sul territorio nazionale (come Agip);
Fondo cassa per trasferte come avveniva in maniera efficiente e funzionale in passato;
Richiesta postazione wi-fi, Sky e nuovi distributori vivande e snack di nuova generazione come avviene in molti reparti di Polizia della capitale.

 

Momenti di lavoro riunione CONSAP al Reparto Scorte di Villa Tevere


La Segreteria Locale CONSAP

Reparto Scorte Villa Tevere
Alessandro Scagnetto
Marco Rizza
Giovanni Pangano

Tessera CONSAP 2017, appartenenza, servizi e convenzioni, in consegna a tutti gli iscritti

La nuova tessera CONSAP 2017

La nuova tessera CONSAP 2017

Scegliere la CONSAP rappresenta una grande sicurezza, orgoglio di appartenere ad un sindacato che vuole vincere la sfida del futuro.
Cari Colleghi,
è in distribuzione, in questi giorni, a tutti gli associati in regola con il tesseramento la tessera Consap 2017. Per noi della Consap la tessera, oltre a rafforzare il legame con i nostri associati, è uno strumento moderno per migliorare la quantità e la qualità dei servizi offerti agli iscritti e per valorizzare attraverso un circuito di convenzioni nazionali e locali vantaggi e agevolazioni importanti. Unirsi alla Consap significa battersi insieme per garantire a tutti i colleghi migliori condizioni di vita e di lavoro. Una Consap più forte è lo strumento per partecipare e contare di più nelle scelte della nostra Amministrazione e del Paese.
La Consap è l’unica organizzazione sindacale della Polizia di Stato che si batte veramente per dare il giusto valore e la necessaria dignità alla nostra professione. La Consap è garanzia di moderni servizi agli iscritti e di una tutela reale per il personale nella sua rischiosa attività professionale. La tessera da diritto alla copertura assicurativa gratuita fino ad 8.000 euro per danni arrecati ai mezzi di servizio dovuti a responsabilità del conducente e alla tutela dei diritti relativamente alla figura del consumatore e dell’utente di servizi pubblici e privati grazie alla speciale convenzione sottoscritta con l’Unione Difesa del Consumatore. Aver scelto la Consap rappresenta una grande sicurezza.

Per avere la tessera, ogni iscritto può chiedere informazioni al proprio segretario locale o, eventualmente, alla segreteria provinciale della città dove presta servizio.

 

Il Segretario Generale Nazionale
Giorgio Innocenzi

Riordino delle carriere: “questo riordino non è per i poliziotti !! “

Riordino delle carriere: "questo riordino non è per i poliziotti !! "

Riordino delle carriere: “questo riordino non è per i poliziotti !! “

Ormai, dopo aver visionato il decreto legislativo approvato dal governo, dobbiamo prendere atto che l’amministrazione, nonostante le rassicurazioni fornite, non ha invece assolutamente recepito alcune nostre richieste di modifica del progetto di riordino che ci aveva presentato.
Ora, coloro che hanno articolato questa proposta, devono assumersi le responsabilita’ per intero dell’insoddisfazione degli uomini e delle donne della Polizia di Stato mortificati per l’ennesima volta nelle loro legittime aspettative e conseguentemente devono assumersi le responsabilita’ del personale insoddisfatto che si ripercuoteranno inevitabilmente sul servizio e quindi sulla sicurezza dei cittadini.
Dobbiamo dire la verita’, ci avevamo creduto nella possibilita’ di ottenere un buon riordino: c’erano le risorse e le condizioni per farlo! E ci avevamo creduto non per ingenuita’ma perche’ eravamo certi che il buon senso di chi rappresentava l’amministrazione avrebbe consentito di raggiungere un buon risultato.
Purtroppo ci siamo sbagliati: i burocrati dell’amministrazione non hanno saputo cogliere l’occasione per tutelare il personale della Polizia di Stato sfruttando quest’ ultima spiaggia ma anzi si sono piegati ai diktat delle altre forze di polizia.
Evidentemente il buon senso su cui confidavamo ce l’hanno, ma solo per le proprie carriere e cosi’, dopo ben 17 anni di errori commessi dall’amministrazione, ancora una volta questi illustri burocrati hanno abbandonato i loro uomini mentre la nave naufragava.
Deve anche esser chiaro che in questo riordino le organizzazioni sindacali non avevano nessun potere di veto con l’amministrazione, ma solo di carattere consultivo.
Ora non ci rimane che lottare per far apportare le indispensabili modifiche e lo faremo attraverso la politica nei prossimi mesi, durante l’iter parlamentare del decreto legislativo, approvato ieri dal governo.
Non lasceremo nulla di intentato perche’ questo riordino deve essere per i poliziotti e fara’ la differenza sull’efficienza della Polizia di Stato!

Polizia Stradale, la CONSAP incontra il dr Massimiliano Ponti, neo Dirigente della Sezione Polizia Stradale di ROMA

Polizia Stradale, la CONSAP incontra il dr Massimiliano Ponti, neo Dirigente della Sezione Polizia Stradale di ROMA

Polizia Stradale, la CONSAP incontra il dr Massimiliano Ponti, neo Dirigente della Sezione Polizia Stradale di ROMA

Nella giornata di martedì 17 gennaio u.s., la Segreteria Provinciale della CONSAP, nelle persone di Massimo Vannoni e Gianfranco Rosati, ha incontrato nel proprio Ufficio, il Dott. Massimiliano Ponti, Dirigente della Sezione di Roma.
L’incontro, inteso a porgere il saluto di benvenuto e l’augurio di buon lavoro da parte di questa O.S., è servito anche a fare il punto su una serie di problematiche che si trascinano avanti da tempo, su cui la CONSAP ha più volte posto l’accento e rimaste irrisolte.
In primo luogo, si è voluto ribadire il concetto secondo cui questa O.S. ritiene l’attuale piano compartimentale carente e pieno di contraddizioni.
Del resto le nostre critiche partono da lontano, poiché fin dall’inizio ci siamo detti contrari alle scelte della Dirigenza Compartimentale che sebbene ispirate alla volontà di garantire un maggior numero di equipaggi in ambito autostradale (anche per rispondere agli enti concessionari che hanno firmato il nuovo accordo sull’indennità autostradale accettando concreti aumenti economici a fronte di un maggior numero di pattuglie), fanno a pugni con le carenze numeriche di personale e con l’età avanzata degli stessi agenti.
Questa O.S. ha evidenziato come la coperta sia corta, per cui non si può pensare di “spogliare un altare per vestirne un altro…”.
Non si può accettare l’aumento delle pattuglie sul G.R.A. o in altri ambiti autostradali, “dirottando” su dette tratte le pattuglie di altri Uffici distaccati, scoprendo importanti arterie come la Tiburtina o l’Appia, tanto per citarne alcune; peggio ancora, ricorrendo all’utilizzo indiscriminato del “cambio turno”, della “compensazione” o dello “straordinario”, in violazione palese dell’ A.N.Q., più volte denunciata.
Se il personale è insufficiente, non si può “giocare” coi numeri e costringere i responsabili delle UU.OO.DD. a fare i salti mortali per coprire il servizio.
La corda si sta spezzando, anzi, è già successo!
Il clima di insoddisfazione e la delusione regnano ormai in molti reparti; è così a Settebagni, in Sezione, (dove non si riescono a mettere su strada equipaggi in modo continuativo per carenza di uomini e mezzi); è così a Roma Nord, Civitavecchia e via discorrendo.
Non sarà un caso l’aumento del congedo straordinario riscontrato negli ultimi mesi : Non si può chiedere a una persona di andare oltre quelle che sono le proprie forze psico-fisiche!
i colleghi sono esausti!
E non sarà un caso, l’elevato numero di domande di trasferimento verso altri “lidi” della Polizia di Stato!
Il Dirigente Ponti, per quanto riguarda le proprie prerogative di Responsabile dei servizi della Sezione di Roma, si è detto pronto a collaborare per verificare con la dirigenza compartimentale la possibilità di modificare detto stato di cose, del quale, visto il breve tempo dal suo insediamento, non era pienamente al corrente.
Si è poi passati a esaminare le problematiche del C.O.P.S., inaugurato in tutta fretta nel mese di agosto, tuttora in carenza quantitativa e qualitativa di personale.
Si è comunicato al Dirigente come questa O.S. abbia, sin da subito, sollevato quelle criticità che ancora oggi il C.O.P.S. paga, rimaste inascoltate dal Dirigente Compartimentale che però, nei fatti, ha dovuto fare marcia indietro riguardo l’introduzione del turno in terza o del ripristino delle frequenze radio originarie sul G.R.A. e sulla Roma-Fiumicino, più volte portate all’attenzione dalla CONSAP, anche attraverso un colorato e pacifico Sit-In di protesta organizzato davanti ai cancelli della Caserma di via Magnasco e rilanciati anche dai mass – media.
Anche su questo punto, il Dott. Ponti ha annunciato di voler verificare, al fine di arrivare ad una armonizzazione dell’attività lavorativa che faccia uscire il personale dalla grave situazione di sconforto in cui è precipitato.
Egli ha anche annunciato che a breve inizierà un “tour” di tutti gli Uffici per conoscere uomini e strutture; ha inoltre accolto con favore l’invito rivoltogli dai rappresentanti CONSAP a intavolare un sereno confronto e scambio di idee con i pattuglianti da tenersi a Settebagni.
Le parti si sono lasciate, con l’intento di rivedersi più avanti per fare il punto sui progressi fatti e sulle situazioni irrisolte, su cui detta struttura sindacale resta vigile e attenta.

per la Segreteria Provinciale CONSAP ROMA
Massimo VANNONIGianfranco ROSATI

Polizia Stradale, esito assemblea sindacale CONSAP alla Sottesezione di Settebagni, grave condotta antisindacale del Dirigente pro tempore del Compartimento Polizia Stradale per il Lazio

Polizia Stradale, esito assemblea sindacale CONSAP alla Sottesezione di Settebagni

Polizia Stradale, esito assemblea sindacale CONSAP alla Sottesezione di Settebagni

Nonostante  la presa di posizione, palesemente antisindacale  del Dirigente del Compartimento Polizia Stradale per il Lazio che ha vietato ai colleghi in pattuglia, esenti da interventi operativi, di partecipare all’incontro, condotta della quale si è chiesto conto all’Ufficio relazioni Sindacali, il 29 settembre si è svolta, ugualmente, a Settebagni  l’Assemblea periodica della Consap, alla quale hanno partecipato anche il Dirigente del R.O.S. Dott. Alessandro Ciotti e Roberto Ferilli, Resp.le della Sottosezione.
Per la Consap presenti Massimo Vannoni, Segretario Provinciale  e Gianfranco Rosati.
Tra i temi trattati: lo scontento del personale, evidenziato dai rappresentanti di questa O.S. che ha fatto notare laumento esponenziale delle domande di trasferimento, anche da parte degli ultimi arrivati.
La Consap, che ha comunicato ai presenti l’organizzazione del Sit-in davanti al Compartimento  il prossimo 4 ottobre per protestare contro la “mala gestione” della Dirigenza, ha ricollegato gran parte di questo malcontento  e  le richieste di trasferimento alle cattive condizioni di lavoro, aggravate da provvedimenti di una dirigenza che, nonostante le denunce Consap, ha proseguito cieca e sorda per la propria strada.
Sono state, inoltre, messe sotto la lente d’ingrandimento:

  • Le carenze del nuovo COPS Autostradale, che ha assorbito anche le funzioni del C.O.C., il quale sconta un numero esiguo di personale, oltretutto non propriamente esperto;
  • Le carenze di rice-trasmissione da e verso le pattuglie che sul GRA e sulla Roma Fiumicino, sovente, sono costrette a comunicare con il telefono cellulare privato;
  • La carenza di sistemi di rilevazione e controllo, all’interno dei veicoli di servizio,  dello stesso livello e qualità  di altri reparti della Polizia di Stato che penalizzano il lavoro delle pattuglie;
  • Il “ fallimento” del piano compartimentale varato dalla dirigenza all’inizio del 2016, contrastato dalla Consap fin dall’inizio, che ha finito per spremere come limoni i colleghi e ha indotto i vari Uffici della Polstrada a fare un uso smodato dello straordinario emergente e dei cambi turno, per i quali si chiederà conto in occasione della prossima verifica.

Per quanto riguarda questi punti, la Consap risponderà con il SIT IN del 4 ottobre, per far sentire la voce del personale e per lavare i panni sporchi fuori casa, dal momento che il dialogo e i ramoscelli d’ulivo non hanno portato a nulla se non far proseguire la dirigenza per la propria strada.

Gli altri punti all’ordine del giorno hanno riguardato:

  1. Le carenze del servizio di pulizia, con violazioni ripetute dei capitolati d’appalto che ha portato all’aumento della sporcizia all’interno degli spogliatoi, delle camerate, dei bagni e degli uffici. Si è chiesto al Dirigente Ciotti di attivarsi nei confronti della Ditta C. Servizi S.r.l., responsabile del servizio in virtù del mancato rispetto delle disposizioni contrattuali;
  2. La risoluzione definitiva del problema del sovraffollamento veicolare della Caserma di Settebagni, ridotta ormai a un grande parcheggio senza ordine e regole.

QUESTA O.S., STANCA DI PROMESSE VANE, HA ANNUNCIATO CHE CHIEDERA’ UN ACCESSO AI SENSI DEL D. LGS, 81/2008, PER VERIFICARE LO STATO DELLA SICUREZZA DELLA CASERMA DI SETTEBAGNI, IVI COMPRESE LE CONDIZIONI DI SALUBRITA’ DEGLI AMBIENTI.

gianfranco-rosati

Per la Segreteria Provinciale di ROMA
Dott. Gianfranco Rosati

Un nuovo Elicottero per la Polizia di Stato, spunti di riflessione

Un nuovo Elicottero per la Polizia di Stato, spunti di riflessione

Un nuovo Elicottero per la Polizia di Stato, spunti di riflessione

La Polizia di Stato rischia di rimanere a terra. Occorre necessariamente rinnovare il parco elicotteri della Polizia di Stato.
A differenza dei Carabinieri e della Gdf che dispongono dei più recenti Agusta Westland a109 Nexsus, oltre ad altre macchine tra cui i moderni aw 139, la Polizia di Stato si trova in questo momento storico ad operare per lo più con elicotteri AB 212 risalenti alla guerra del Vietnam ad eccezione dei pochi anzi pochissimi ( solo sei ) super moderni ma troppo grandi per le necessità operative,  aw 139 comprati con i fondi Frontex . In molti reparti volo fino a dieci anni fa vi erano i piccoli ma maneggevoli ab 206, monomotore jet renger 3, che con i sui consumi 90 lt h a fronte dei 360 lt/h del ab 212 garantiva un ottimo servizio , immediato, economico ed efficiente., le restrizioni normative italiane che vietano il sorvolo sulle città agli elicotteri monoturbina ha fatto sì che una buona parte di essi sia stata parcheggiata a terra, pertanto in mancanza di nuovi elicotteri si vola con i 212 che è bene precisare è un elicottero fuori produzione da un pò di anni ed i cui pezzi di ricambio cominciano a scarseggiare. Per ovviare in parte, la ditta costruttrice ha allungato le scadenze di vita di alcuni componenti costosi tipo le pale, mentre altri ricambi a volte si cannibalizzano da altri nostri 212 fermi in giro per gli altri reparti o in ditta. Il 212 è un elicottero molto sicuro che come si dice tra gli addetti ai lavori, ti riporta a casa, ma sulla città ha dei limiti dovuti all’eccessivo rumore e al flusso rotore molto potente e quindi occorre rispettare sempre una certa quota. Alla luce di quanto sopra, si rende necessario l’acquisto di un nuovo elicottero biturbina leggero, più piccolo dell’aw 139, magari della stessa Agusta Westland, orgoglio nazionale dei costruttori di elicotteri mondiali, non solo per ovvi motivi di ritorno occupazionali in Italia ma per l’assistenza di personale qualificato e manutenzione a due passi da casa, che consentirebbe ai tanti assistenti di volo di svolgere esclusivamente il proprio compito e non sostituirsi ai tecnici meccanici della casa costruttrice. L’indizione di una gara d’acquisto europea (obbligatoria per una forza di Polizia a ordinamento civile) sarà una battaglia visto l’agguerrita concorrenza del consorzio europeo a guida francese dell’eurocopter) ma si rende necessaria e improcrastinabile per garantire una maggiore sicurezza, efficienza ed economicità del volo.



Cesario Bortone , Coordinatore Nazionale Consap
Cesario Bortone , Coordinatore Nazionale Consap

Doppio caricatore per gli Agenti di Polizia, allarme terrorismo, accolte le richieste della CONSAP

Doppio caricatore per gli Agenti di Polizia, allarme terrorismo, accolte le richieste della CONSAP

Doppio caricatore per gli Agenti di Polizia, allarme terrorismo, accolte le richieste della CONSAP

A seguito della incessante attività della CONSAP mirata a ottenere per il personale della Polizia di Stato dotazioni sempre più moderne ed efficienti, siamo venuti a conoscenza che il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Direzione Centrale Affari Generali,  recependo ( seppure in ritardo…) la nostra esplicita richiesta (nota del 25.11.2015 disponibile agli atti) di fornitura del secondo caricatore per la pistola d’ordinanza, al fine garantire maggiore sicurezza degli operatori e il più efficace svolgimento dei servizi istituzionali in questo particolare momento storico, ha diramato una circolare che avvia un monitoraggio delle esigenze dei singoli uffici volto a verificare la possibilità della successiva assegnazione del secondo caricatore, come dotazione di reparto con assegnazione individuale, al personale in servizio presso uffici e reparti che, per la peculiarità del servizio svolto, si trovi esposto a maggior rischio.

CONSAP, ultime riordino carriere! Tavolo tecnico: le proposte di modifica inviate al Capo della Polizia

CONSAP, ultime riordino carriere! Tavolo tecnico: le proposte di modifica inviate al Capo della Polizia

CONSAP, ultime riordino carriere! Tavolo tecnico: le proposte di modifica inviate al Capo della Polizia

La Consap ha sempre rivendicato per tutto il personale un riordino delle carriere e delle funzioni idoneo a garantire una giusta progressione legata al merito e all’anzianità.
Considerazioni preliminari sul documento di sintesi:
Rispetto del parere del Consiglio di Stato circa la destinazione dei fondi strutturali ed eventualmente del 50% dei risparmi di gestione esclusivamente a favore della revisione dei ruoli e delle qualifiche del personale non direttive e non dirigenti.
La prima osservazione è puramente formale,un progetto di riforma non può definirsi di revisione dei ruoli, se non vi è una riduzione delle qualifiche ed una riduzione del tempo necessario al passaggio a quella successiva (vedi proposte ruolo per ruolo); tanto meno non si può parlare di riordino volto a sanare il disallineamento con le altre amministrazioni ed i ritardi delle procedure concorsuali, senza scivolamenti e promozioni ai ruoli superiori per ruoli apicali.

  1. Appare surreale pensare ad una campagna concorsuale gestita dalle nostre strutture (che sono le principali responsabili del disastro dei concorsi nella Polizia di Stato). Sarebbe solo un vantaggio per i membri delle innumerevoli ed infinite commissioni di concorso, con costi e tempi non quantificabili.
  2. Non ci sono nella bozza vantaggi per gran parte del personale, tenuto conto che gli scarsi effetti positivi si avranno in gran parte molto differiti nel tempo, e quindi, vista l’età media dei ruoli interessati, il pensionamento appare spesso più vicino del raggiungimento dell’agognata promozione.
  3. In palese contrasto con gli obiettivi dichiarati non c’è alcun vero riconoscimento meritocratico, visto che tutto il personale che in questi anni ha vinto i pochi e difficili concorsi ordinari (vedi V.Sov.te-1997-1998-1999- 2005-2011-2012, e Vice Isp. Esterno -2000 ed interno-2013) non è in nessun caso differenziato in maniera concreta da chi prima o dopo il riordino abbia beneficiato di procedure semplificate; non ci sono, inoltre, riferimenti a condizioni di vantaggio per chi sia in possesso di titoli di studio e professionali superiori a quanto previsto per il ruolo di appartenenza. ( vedi laurea,e dottorato, abilitazione prof, etc.).
  4. Non ci sono benefici per gli agenti con la facile previsione che tra 10/15 anni, esauritasi per pensionamento la generazione degli assunti negli anni 90, gli effetti delle ridotte assunzioni del periodo 2000-2016 produrrà una penuria di sottufficiali pari a quella attuale.
  5. Abolizione della denominazione “con incarico speciale” ai fini dell’attribuzione del c.d. dell’assegno di funzione.
  6. In ultimo la previsione dell’estensione dei benefici a fronte di ulteriori stanziamenti nelle prossime leggi di stabilita non può essere indeterminata, ma deve essere già dettagliatamente indicata in sede di approvazione del decreto attuativo.
  7. Di tutta evidenza, inoltre, la totale genericità delle misure che interessano il ruolo tecnico, personale che rivendica la peculiarità delle funzioni e della professionalità richiesta, si pensi, come emblema la arcinota sperequazione vissuta dagli infermieri, che continuerebbero ad essere inquadrati nel ruolo sovrintendi tecnici, malgrado il titolo di studio di accesso al ruolo sia il diploma di laurea da infermiere.

Criticità ruolo per ruolo

Ruolo Agenti -Assistenti

Tempi troppo lunghi non compatibili con l’evoluzione anagrafica del personale;

Mancata previsione di valorizzazione del personale giovane, gli attuali Agenti ed Agenti Scelti;

Filiera troppo lunga (numero qualifiche -permanenza nelle qualifiche) per concludere il percorso da Agente a Sov. Capo  (35-40 anni di carriera).

Ruolo sovrintendenti:

Mancata valorizzazione del personale vincitore di concorsi ordinari;

Durata eccessiva della permanenza nelle qualifiche.

Ruolo Ispettori:

Mancata valorizzazione del personale vincitore di concorsi ordinari;

Numero eccessivo di qualifiche (5);

Durata eccessiva della progressione in carriera fino alla qualifica apicale (2+7+9+10 = 28 anni);

Mancata valorizzazione titoli di studio e professionali;

Mancata valorizzazione del personale appartenente al ruolo ispettori prima del 1995.

Ruolo direttivi- Funzionari :

Numero eccessivo di qualifiche;

Posti disponibili (1000) inferiori addirittura alla dotazione organica prevista per il ruolo direttivo speciale.

Mancata previsione delle funzioni in relazione della carriera funzionari dell’amministrazione civile.

 Proposte

(ad integrazioni e modifica dell’attuale bozza)

Ruolo Agenti – Assistenti:

A regime:

  1. Eliminazione qualifica di agente scelto ;
  2. Nuove qualifiche: Agente ? 5 anni Assistente ?+5 anni Assistente Capo ? 5 anni ?Promozione a Vice Sov. per merito comparativo nel limite dell’80 % posti disponibili con criteri di valutazione simili a quelli del concorsone.
  3. No limiti di età per altri concorsi.

Fase transitoria :

  1. Scivolamento nella qualifica superiore per tutti gli appartenenti al ruolo fino ad Assistente Capo.
  2. Promozione a Vice Sov. te senza concorso ma per merito comparativo fino alla copertura dei posti totali nell’arco di un triennio con criteri simili al concorsone con frequenza di un corso di un mese .

Ruolo Sovrintendenti:

A  regime

  1. Nuove durate qualifiche: V.Sov? 5 anni Sov.? 5 anni Sov. Capo ?
  2. Passaggio a Vice Isp. con Concorso per titoli nella misura del 50% posti disponibili

Fase transitoria :

  1. Scivolamento nella qualifica superiore per tutti gli appartenenti al ruolo fino ad Sovrintendente Capo.
  2. Rideterminazione dell’anzianità in base alla vacanza organica del bando di concorso per i corsi 15,16,17 come attualmente previsto per i corsi successivi.
  3. Progressione degli attuali sovrintendenti capo nel ruolo degli ispettori in considerazione della vacanza organica di circa 10.000 unità.

Ruolo Ispettori:

A  regime

1        Eliminazione qualifica di vice ispettore ;

  1. Nuove qualifiche : Ispettore ? 5 anni Ispettore capo ? 5 anni Ispettore Superiore ? 5 anni Sostituto Commissario
  2. Concorso per ruolo direttivo nella misura del 50 % posti disponibili ( 40 % solo Sost. Comm -10% Isp. In possesso di laurea)

Fase transitoria :

1    Scivolamento nella qualifica superiore per tutti gli appartenenti al ruolo fino a Sostituto Commissario.

2      Promozione al ruolo direttivo per i sostituti commissari senza concorso ma per merito comparativo fino alla copertura dei posti totali nell’arco di un triennio.

3      Inquadramento nel ruolo direttivo,attraverso le stesse modalità di selezione in soprannumero, già adottate nel 1995 (4 selezioni in 4 anni che differenzino anzianità e percorso professionale) del personale appartenente al ruolo ispettori consentendo primariamente l’accesso a tutti coloro che da 21 anni rivestono la qualifica apicale e di tutti gli altri che avevano i requisiti per poter accedere al ruolo direttivo speciale e successivamente nelle ultime selezioni per tutti gli altri attuali Ispettori Superiori S.U.P.S. e Sostituti Commissari.

Ruolo Tecnico

Si deve intendere che tutte le previsioni ordinamentali per il ruolo ordinario si debbono intendere valide per il ruolo tecnico-professionale, significando, inoltre, la condivisione della modifica proposta relativamente ai ruoli e alle qualifiche con aggiunta del temine“tecnici”.