Monthly Archives: agosto 2015

Posto di Polizia di Torvaianica, Agenti allo sbaraglio, denuncia CONSAP !

Polizia Mare "Torvaianica"

Polizia Mare “Torvaianica”

L’apertura del Posto di Polizia  “ Torvaianica”,   avvenuta  in data 6 luglio u.s. è stata contrassegnata da una serie di disagi e problematiche che hanno  rallentato il lavoro degli Agenti operanti;  infatti la linea telefonica è stata sistemata dopo tre giorni  e la stampante collegata  al p.c  dopo più di una settimana dall’apertura. I locali destinati al Posto di Polizia  emanano ancora oggi un forte odore di muffa, sono  molto sporchi e presumibilmente insalubri. La mancanza dei Pass per l’aereoporto di Pratica di Mare ( ove  lasciare l’autovettura di servizio e le armi) ha costretto il personale aggregato  dal 6 al 16 luglio ( ben 10 giorni!!!!!!) a fare avanti e indietro dal Commissariato di Ostia a Torvaianica ogni inizio e fine servizio, con notevole dispendio di tempo e risorse economiche. E’ da segnalare ancora che, non è presente sul posto un sottufficiale responsabile del servizio. Altro fatto degno di nota è che nella prima settimana del servizio ai colleghi non è stata data la possibilità di fruire del risposo settimanale mentre nella seconda settimana un collega si è ritrovato per ben due volte a fare servizio DA SOLO!!!!!
Per completezza, si segnala che  nei giorni 19 e 20 luglio non son usciti i servizi inerenti il Posto Distaccato di Torvaianica, in relazione a ciò una collega aggregata  dopo varie telefonate al  Commissariato di Ostia  per sapere il servizio ,ha fatto scrivere sul registro  del Corpo di Guardia che i servizi inerenti Torvaianica non erano usciti.

 

Formazione a distanza, predisposizioni organizzative, piattaforma e-learning, la circolare ministeriale

e-learning Polizia di Stato

e-learning Polizia di Stato

Avvio delle predisposizioni organizzative per l’erogazione delle attività formative con modalità e-learning, per l’alfabetizzazione informatica del personale, svolgimento del corso per Vice Sovrintendente con modalità informatiche e telematiche, supporto attività di aggiornamento e addestramento professionale mediante diffusione di moduli e-learning su tematiche di interesse.
Altre tematiche saranno individuate dopo il periodo di sperimentazione. Le procedure per l’accesso alla piattaforma è per il tramite del web: https://daitformazione.interno.it/ps/

LA CIRCOLARE MINISTERIALE

Circolare Dipartimento della P.S. per Formazione a distanza

Circolare Dipartimento della P.S. per Formazione a distanza

 

Maxi Concorso Vice Sovrintendente: modalita’ di svolgimento del corso di formazione professionale, esito riunione ministeriale, la Consap chiede rientro in sede per tutti i vincitori

Maxi Concorso Vice Sovrintendente - Riunione del 4 Agosto 2015

Maxi Concorso Vice Sovrintendente – Riunione del 4 Agosto 2015

Nella tarda mattinata del 4 Agosto 2015, si e’ svolta la programmata riunione, presso la Sala Europa del Dipartimento della P.S. , per discutere sulle modalita’ di svolgimento del corso di formazione professionale per la nomina a Vice Sovrintendente della Polizia di Stato di 7563 vincitori che hanno concorso per titoli di servizio.
Per l’Amministrazione erano presenti il Direttore Centrale per le Risorse Umane Pref. Mazza, il Direttore del Servizio Sovrintendenti, Assistenti e Agenti dr. Pagano, il Direttore dell’Ufficio Relazioni Sindacali dr. Ricciardi e per lo stesso Ufficio il dr. Di Blasio.
In apertura dei lavori, il dr. Pagano ha illustrato i contenuti del documento di lavoro inviato preventivamente a tutte le OO.SS. che disciplina i criteri per le assegnazioni e i trasferimenti dei vincitori, elencando i punti salienti che vanno dalla previsione normativa e del bando di concorso (il rientro in sede agli Ass. Capo vincitori della procedura loro riservata, obbligo di comunicare numero posti disponibili in ogni provincia prima avvio corso, criteri devoluzione dei posti non coperti per ogni anno, dal 2004 al 2012 e quelli non coperti al termine della generale procedura concorsuale), all’aggiornamento delle sedi di servizio (aggiornamento degli uffici di appartenenza dei 7563 vincitori, alcuni sono stati trasferiti dalla data presentazione istanze), alla movimentazione dei Sovrintendenti gia’ in servizio ( programmata per settembre p.v. una movimentazione di circa 300 Sovrintendenti che vogliono cambiare provincia e calcolando che coloro che invece voglio movimentarsi in ambito provinciale sono 1.100 circa . Questo piano di mobilita’ permetterà di armonizzare la ripartizione dei neo Vice Sovrintendenti), alla pubblicazione delle vacanze ( con la mobilita’ dei 300 Sovrintendenti in ambito provinciale sara’ possibile inquadrare la situazione delle carenze generali nel ruolo e permettere di conoscere, prima dell’avvio del primo ciclo corsuale il numero posti per ogni provincia. Pubblicazione attraverso Circolari, Doppiavela, Bollettino Ufficiale del personale), all’ aggiornamento progressivo delle vacanze (prima inizio di ogni successiva fase corsuale, si informeranno tutti i frequentatori di ogni annualità delle vacanze organiche disponibili nel piano assegnazioni disposte al termine della fase corsuale precedente), alla determinazione delle vacanze in ambito provinciale (si terra’ conto delle carenze negli organici degli uffici presenti nella provincia), alla richiesta di cambio sede dei corsisti (sia per gli Ass. Capo che per gli Ass.ti ed Ag.ti che provengono da sedi dove le carenze di organico ne rendono certa la conferma, e’ riconosciuta, ambito annualita’ propria, la possibilita’ di chiedere il trasferimento a sede diversa a quella dove si presta servizio, nel limite delle vacanze nel ruolo della provincia richiesta. Laddove non sara’ possibile ottenere il richiesto movimento, ad ogni interessato sara’ comunque riconosciuto il diritto ad essere collocato nella sede provenienza), alla convocazione del primo ciclo del corso annualità 2004 (a partire dalla seconda meta’ di settembre p.v. si procederà a pubblicare le vacanze provinciali con i sistemi gia’ detti, contestuale convocazione dei vincitori della prima annualità per inizio seconda meta’ di ottobre p.v. della fase “on line” del primo ciclo. A detto personale sara’ notiziato dell’avvenuta pubblicazione delle vacanze, sia del termine (una settimana) entro il quale far pervenire la scelta sedi dove essere assegnato. Comunicazione delle assegnazioni ai vincitori, ai quali verrà indicato il tempo di una settimana entro il quale presentare rinuncia, con perdita alla frequenza corso . Ai vincitori di annualità anche successive sara’ data la possibilità di essere avviati al primo ciclo utile ), alla devoluzione dei posti non coperti (i beneficiari della devoluzione dei posti non coperti non potranno che essere avviati al primo ciclo di corso utile e non a quello immediatamente successivo), allo svolgimento del tirocinio operativo (si svolgerà presso la sede di assegnazione), alla decorrenza giuridica ed economica (la prima fa riferimento annualità per la quale si e’ nominati Vice Sovrintendenti, al termine corso, la seconda sara’ riconosciuta, per tutti i vincitori, dal termine del primo ciclo corsuale).
Dopo le illustrazioni dei sopra indicati contenuti degli undici punti, si e’ proceduto al giro di consultazioni delle sigle sindacali convenute. La CONSAP ha espressamente richiesto il rientro in sede di tutti i vincitori del concorso a 7563 posti, valutando che sono dieci anni che si attende una progressione concorsuale nel ruolo per le lentezze dell’Amministrazione, che in termini di contenimento della spesa pubblica una movimentazione di personale comporta sacrifici economici dovuti alle legge 100, alla ricerca di alloggi, alle missioni, alle 104 e art. 7 per il sostegno di familiari ai sensi di legge, alla eta’ anagrafica dei vincitori che si attesta ad una media di 45/50 anni con famiglie a carico, consapevolezza che trattasi di un concorso straordinario e che può contenere delle scelte altrettanto straordinarie per favorire tutto il personale vincitore ed evitare un sacrificio di movimentazioni lontane che inevitabilmente conseguono rinunce e perdita di aspirazioni professionali superiori, che le carenze nel ruolo di tutta la penisola italiana permette di far permanere il vincitore nella sua provincia, finanche nel proprio ufficio di appartenenza come avvenuto con il riordino del 1995.
La CONSAP ha terminato il suo intervento chiedendo questo ulteriore sforzo all’Amministrazione, sforzo che il personale merita per sanare anni e anni di attese per colpe da attribuire alla scarsa attenzione dei burocrati della nostra amministrazione più vigili a pianificare carriere di comando e promozioni varie collegate.
Segnalato anche il problema delle tante schede di valutazione errate e incomplete che hanno penalizzato la stesura del punteggio finale, non considerando titoli validi e per cui la CONSAP ha chiesto una verifica ulteriore.
Per la delegazione CONSAP, presente il Consigliere Nazionale Gianluca Guerrisi.

Pubblica Amministrazione: Riordino delle Carriere Forze di Polizia, il Senato approva la riforma !!

Riordino delle Carriere Polizia di Stato

Riordino delle Carriere Polizia di Stato

La riforma del Ministro Madia è ormai legge! Il Senato ha approvato, in Aula,  il ddl sulla Riforma della Pubblica Amministrazione che significa, per il nostro settore, riconoscimento della professionalità, della specificità ma soprattutto riordino delle Forze di Polizia, con il riassetto dei ruoli e delle qualifiche, proprio a partire dalla base. Si tratta del raggiungimento di un tortuoso traguardo, dove la CONSAP ha sempre lottato e portato all’attenzione di tutte le istituzioni, tavolta anche in forma solitaria, dinanzi all’indifferenza di molti che in queste ore innalzano il trofeo della notizia.  Noi ci siamo sempre stati! Parla la storia di aver fatto, per rendere una Polizia più efficiente e moderna ed in linea con le altre polizie di Europa.

La riforma della P.A. prevede nel complesso e in più tematiche:

LICENZIAMENTI FACILI: Quando scatta un’azione disciplinare non si potrà più concludere tutto con un nulla di fatto, la pratica dovrà essere portata a termine senza escludere il licenziamento. Quanto alla diatriba sull’articolo 18, la reintegra resterebbe;

NUMERO UNICO PER EMERGENZE:  Basterà chiamare il 112 per chiedere aiuto in ogni circostanza. L’idea e’ quella di realizzare centrali in ambito regionale che, raccogliendo la richiesta, siano in grado di smistarla al servizio interessato;

UN SOLO LIBRETTO PER AUTO: Si apre al trasferimento del Pubblico registro automobilistico (Pra), retto dall’Aci, al ministero dei Trasporti, a cui fa capo la Motorizzazione. Si va infatti verso un’unica banca dati per la circolazione e la proprietà, con un solo libretto;

CONCORSI, SUPERATO VOTO MINIMO LAUREA: Non ci sarà più una soglia sotto la quale si è fuori dalle selezioni pubbliche. L’obiettivo è dare più importanza alla valutazione in sede di concorso. Nelle prove non mancherà mai un test sull’inglese;

BOLLETTE ELETTRONICHE DA PAGARE CON SMS: I pagamenti verso la P.A, come bollette e multe, potranno avvenire anche ricorrendo al credito telefonico (ricaricabili o abbonamenti) purché si tratti di micro-somme (presumibilmente sotto 50euro). Il versamento potrà quindi essere eseguito con un semplice sms;

SCOMPARE FORESTALE, RIORDINO FORZE POLIZIA: Il ddl pone le basi per l’assorbimento della Forestale in un’altra forza (con tutta probabilità i Carabinieri), così da portare i corpi da 5 a 4. Si prevede inoltre un riordino di tutte le forze di polizia;

STRETTA SU DIRIGENZA:  Anche i capi diventano licenziabili se valutati negativamente. Ma pur di non essere mandati potranno optare per il dimensionamento. Gli incarichi non saranno più a vita (4+2 anni) e scatta la revoca in caso di condanna della Corte dei Conti. A proposito è stato aggiunto un intero articolo dedicato al processo contabile;

TUTTI I DIRIGENTI IN UN UNICO BACINO:  E’ previsto un solo ruolo (seppure diviso su tre livelli: statale, regionale, locale) senza più distinzione tra prima e seconda fascia. Si va verso una quota unica (intorno al 10%) per l’accesso di esterni. La figura del segretario comunale è superata;

ASSENZE CON POTERI A INPS:  Niente più finti malati. Per centrare l’obiettivo le funzioni di controllo e le relative risorse passano dalle Asl all’Inps. Vengono poi posti dei paletti per il precariato. C’è anche un passaggio per favorire la staffetta generazionale, ma a costo zero. Nasce la Consulta per l’integrazione dei lavoratori disabili;

MAGLIE PIU’ LARGHE PER PENSIONATI P.A. : Il tetto di un anno vale solo per i ruoli direttivi. Le altre cariche sono comunque consentite, ma resta il vincolo della gratuità;

SCURE SU PARTECIPATE: Verranno ridotte e si prevede un numero massimo di ‘rossi’ dopo cui c’è la liquidazione, possibile anche il al commissariamento. Si prevede il dimezzamento delle camere di commercio;

SFORBICIATA SU PREFETTURE: Si va verso un taglio netto che potrebbe portare anche a un dimezzamento, quel che ne rimarrà andrà a finire nell’Ufficio territoriale dello Stato, punto di contatto unico tra P.A. periferica e cittadini. Si farà piazza pulita degli uffici doppioni tra ministeri e Authority. si tratta di interventi di Spending Review che si ritrovano anche nella riduzione alla spesa per intercettazioni;

PRATICHE DIMEZZATE PER GRANDI OPERE: Un ‘taglia burocrazia’, al fine di semplificare ed accelerare, fino al dimezzamento dei tempi, le operazioni in caso di rilevanti insediamenti produttivi, opere di interesse generale. Scatta la possibilità di attribuire poteri sostituitivi al premier;

SILENZIO ASSENSO TRA AMMINISTRAZIONI: In caso di contese tra amministrazioni centrali su nulla osta e altri concerti sarà il premier a decidere, dopo un passaggio in Cdm. E’ fissato anche un tetto per ottenere il sì: massimo 30 giorni, che diventano 90 in materia di ambiente, cultura e sanità. Sulla stessa linea le misure per sbloccare la conferenza dei servizi;

FORBICE SUI DECRETI: Una forbice che mira a sbrogliare la matassa di rinvii a provvedimenti attuativi. Tutto passa per una delega al Governo, chiamato a fare una cernita sugli ultimi tre anni (esclusi i dlgs);

POTERI A PALAZZO CHIGI:  Verranno precisate le funzioni di palazzo Chigi per il mantenimento dell’unità di indirizzo. Un rafforzamento della collegialità che si ritrova anche nelle nomine di competenza, in modo che le scelte passino per il Cdm. La delega riguarda pure la definizione delle competenze in materia di vigilanza sulle agenzie fiscali (come le Entrate);

UNO STATUTO E UN NUOVO CAPO PER P.A. DIGITALE: Arriva la ‘carta della cittadinanza digitale’, con il Governo delegato a definire il livello minimo di qualità dei servizi online. A guidare la svolta digitale ci penserà un dirigente ad hoc.

FREEDOM OF INFORMATION ACT ITALIANO: Tutti avranno il diritto di accedere, anche via web, a documenti e dati della P.A. Si spalancano gli archivi pubblici, ma restano dei limiti.


Senato della Repubblica


Nuove assunzioni per le Forze dell’Ordine, nuovi Agenti nella Polizia di Stato, la Camera vota la fiducia

Assunzioni Polizia di Stato

Assunzioni Polizia di Stato

Il Governo ha dato il via libera, ottenendo la fiducia,  tramite il decreto enti locali (settore sicurezza) all’assunzione di 2500 unità tra le Forze dell’Ordine per il Giubileo. Sono previsti per gli anni 2015-2016 assunzioni straordinarie di 1050 unità nella Polizia di Stato, di 1050 unità nell’Arma dei Carabinieri, di 400 unità nella Guardia di Finanza e di 250 unità nei Vigili del Fuoco per fronteggiare le esigenze del prossimo Giubileo. Il provvedimento approvato alla Camera quindi era stato già approvato dal Senato, adesso diventa legge. Una boccata d’ossigeno per la Polizia di Stato ed una buona notizia per tutti i cittadini per la presenza di più uomini per il controllo del territorio, con forze fresche, forze giovani.

Convenzione Tim Polizia di Stato, aggiornamento e rivisitazione delle tariffe a condizioni agevolate. La Circolare del Dipartimento della P.S.

Convenzione Tim Polizia, nuove tariffe

Convenzione Tim Polizia, nuove tariffe

La Telecom Italia S.p.a. ha proposto all’Amministrazione la rivisitazione delle tariffe relative ai servizi di telefonia mobile a condizioni agevolate per i dipendenti non in possesso dell’utenza di servizio. A decorrere dal 1 novembre 2015, a tutte le utenze verranno applicate le nuove condizioni, raccolte nel piano tariffario denominato “TIM TUO“. Entro il 31 agosto il dipendente potrà, con tacito assenso, accettare la nuova proposta economica oppure chiedere la cessazione attraverso il portale dedicato.

Leggi la circolare con le nuove tariffe 

Nuove Tariffe Convenzione TIM Polizia di Stato

Nuove Tariffe Convenzione TIM Polizia di Stato


Recent Entries »